Trani, Mennea su primarie e Ferrante: «Solo parziale legittimazione»

0
164

“Sono convinto – ha fatto sapere Ruggiero Mennea in una nota – che i processi democratici o sono largamente partecipati o rappresentano solo una parziale e flebile legittimazione”. In merito alla decisione dei partiti tranesi di Sinistra e Libertà, Italia dei Valori, il Partito Socialista ed i Verdi di non partecipare alle primarie in quanto già schierati a favore del candidato Ugo Operamolla, Mennea ha sottolineato che quelle tenute in questi giorni a Trani sono state “Primarie ‘forzate’ visto, come noto, la maggior parte dei partiti della coalizione di centrosinistra non le ha ritenute necessarie avendo già condiviso una proposta di sintesi.È evidente quindi – ha aggiunto il consigliere comunale – che siamo di fronte a risultati che hanno un peso specifico ben diverso rispetto a quello che sarebbe potuto essere se si fosse trattato di elezioni primarie vere e proprie, democratiche fino in fondo e accettate e condivise da tutti. Ad ogni buon conto – spiega Mennea – è opportuno che la proposta emersa dalla consultazione popolare, seppur insufficiente, venga analizzata dalla coalizione ed è giusto che sia quest’ultima a decidere”.

In conclusione, dichiara il consigliere Pd, è necessario per “una città ormai messa all’angolo che, malgrado la sua importanza ed il suo prestigio, sta perdendo credibilità sia sul piano provinciale che su quello regionale, costruire un programma alternativo, una proposta autorevole largamente condiviso e sostenuto da tutto il centrosinistra. In caso contrario la coalizione rischierà di andare incontro all’ennesima sconfitta”. Intanto tra sostenitori e contrari alla candidatura di Fabrizio Ferrante, la divisione resta.

Nicoletta Diella

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here