Fondi Cipe Bat, Silvestris:«Patruno? Sterili polemiche»

0
543

“Sarà a causa del clima incandescente di questo mese di agosto o dell’assenza di argomenti di una certa concretezza su cui intervenire, ma le dichiarazioni del Consigliere provinciale nonché Segretario provinciale Bat del Partito Democratico, Andrea Patruno, mi sembrano alquanto fuori luogo. A dispetto di un risultato così tangibile per la nostra comunità, capace di riscuotere consensi bipartisan, c’è chi non perde occasione per montare sterili polemiche”.

L’intervento di Patruno, infatti, non si era limitato a una critica in merito alla destinazione della somma a quelle specifiche opere stradali, ma investiva la globalità degli investimenti contemplati per la provincia Bat dal Piano per il Sud, approvato dal Governo lo scorso novembre. Secondo il segretario provinciale del Pd, infatti, il Piano mortificherebbe il turismo nella sesta provincia pugliese, non avendo previsto alcun “investimento per il comparto Turismo nel nostro territorio, a tutela della costa: nulla per il tratto Trani-Bisceglie, nulla per il tratto Margherita di Savoia-Zapponeta-Manfredonia; nulla per la stessa Barletta”.

Di tutt’altra opinione l’onorevole Silvestris, che evidenzia come “Il Piano per il Sud sia infatti il frutto di un lavoro intenso condotto dal Ministro per gli Affari Regionali Raffaele Fitto in sinergia con i Presidenti di Regione, in grado di sbloccare una lunga serie di opere infrastrutturali prioritarie per tutto il Meridione. Anche in Puglia abbiamo assistito ad un vero e proprio esempio di maturità politica: in un contesto economico drammatico come quello che stiamo attraversando, sono state finalmente messe al bando divisioni ed inutili strumentalizzazioni politiche, per il bene del territorio e della sua comunità. Peccato – conclude Silvestris – che l’unica voce fuori dal coro sia rappresentata dal Consigliere e Segretario provinciale del Pd Andrea Patruno, il quale, anziché rallegrarsi dei risultati ottenuti per la nostra Provincia, continua ad alzare i toni ed a montare sterili polemiche”.

Martina Damiani

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here