L’UNIMRI di Barletta sugli scudi alla Festa della Repubblica

0
2217

Si è svolta nella giornata del 2 giugno scorso, presso il Castello Svevo di Barletta, la cerimonia per il 73° anniversario della proclamazione della Repubblica Italiana, promossa e curata dalla Prefettura di Barletta Andria Trani d’intesa con il Comune di Barletta ed alla presenza delle autorità civili, militari e religiose del territorio.

La giornata, apertasi con la deposizione delle corone alla memoria dei caduti, da parte del Prefetto di Barletta Andria Trani, Emilio Dario Sensi e del Vice Sindaco di Barletta, Marcello Lanotte, ha avuto il suo svolgimento con la Preghiera per la Patria officiata dal Vicario dell’Arcidiocesi di Trani Barletta Bisceglie e Nazaret Don Filippo Salvo, la lettura, da parte del Prefetto Emilio Dario Sensi, del messaggio inviato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed il saluto del Vice Sindaco di Barletta Marcello Lanotte.

Subito dopo, il protocollo della manifestazione, sapientemente curata nei minimi dettagli dal dott. Angelo Caccavone, Capo Gabinetto della Prefettura di Barletta Andria Trani e dallo staff composto da Maria Castiglione, Rosario Penza ed Enrico Aiello,  ha previsto la consegna, da parte di Sua Eccellenza il Prefetto, con le autorità intervenute, tra le quali i Senatori della Repubblica Assuntela Messina, Ruggiero Quarto e Dario Damiani, delle medaglie d’onore per i cittadini, militari o civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra nell’ultimo conflitto mondiale, di una medaglia d’oro per una “Vittima del Terrorismo” e delle distinzioni onorifiche dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, meglio conosciute come Cavalierati, concesse con decreto, del 27 dicembre 2018 firmato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, pubblicato sul supplemento ordinario n. 105 della Gazzetta Ufficiale del 7 maggio 2019.

Istituito con la Legge 3 marzo 1951, n. 178, quello di Cavaliere è il primo fra gli Ordini nazionali ed è destinato a ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, della economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari.

Ha brillato, per la sua cospicua e qualificata presenza tra gli insigniti, la Sezione “Ten Col. Pilota Domenico Senatore” di Barletta dell’Unione Nazionale Insigniti al Merito della Repubblica Italiana (U.N.I.M.R.I.) che con i suoi cinque iscritti, ha svolto la classica parte del leone nel 73° Anniversario della Proclamazione della Repubblica.

I Protagonisti sono i seguenti:

il Commendatore Maria Sterpeta Mennuni che ha ricevuto la Medaglia d’onore alla memoria per suo padre Mennuni Ruggiero, nato a Barletta il 18 marzo 1913, deportato in Jugoslavia dal settembre 1943 al maggio 1945;  (foto 1)

il Cavaliere Michele Grimaldi, nato a Barletta il 28 gennaio 1958, Responsabile della Sezione di Archivio di Stato di Barletta; (foto 2)

il Cavaliere Ruggiero Del Re, nato a Barletta il 14 giugno 1968, Impiegato comunale (foto 3);

il Cavaliere Giuseppe Doronzo, nato a Barletta il 10 aprile 1977, Guardia Giurata (foto 4);

il Cavaliere Cosimo Damiano Porro, nato a Canosa di Puglia il 3 dicembre 1965, Sottotenente dei Carabinieri in pensione;

il Cavaliere Pierpaolo Roccotelli, nato a Canosa di Puglia il 9 febbraio 1982, Vice Brigadiere dell’Arma dei Carabinieri (foto 5).

Tantissima gente è accorsa per assistere alla manifestazione e lo ha fatto mostrando grande emozione, per i numerosi presenti, nei momenti fondamentali della celebrazione. Questa è una cerimonia che ha ritrovato particolare impulso dal 2001 quando fu reintrodotta la festività con la Legge n. 336 del 20 novembre 2000, ad opera dell’allora Presidente Carlo Azeglio Ciampi, molto attento a ricordare l’importanza dei simboli e dei momenti storici legati all’Italia come Patria indivisibile.

Un’occasione per ricordare quello che è stato fatto per l’Unità del nostro Paese e per ricordare che abbiamo una Costituzione e che la nostra forza è convivere insieme. Medesimi ideali che animano l’Associazione degli Insigniti che ha deciso di dedicarsi al volontariato e all’accrescimento dell’interesse verso la cultura e la storia del nostro Paese.

La Festa della Repubblica, quindi, deve rinsaldarci nel proposito di superare ogni differenza e di lottare per una sana convivenza civile.

Cav. Uff. Vito Dibitonto – Presidente U.N.I.M.R.I. – Sezione “Domenico Senatore” Barletta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here