Trani, storia e festa patronale, San Nicola Pellegrino: oggi i festeggiamenti

0
4002
Sono passati 924 anni dalla morte di San Nicola ma la comunità religiosa tranese dimostra tutt’ora di essere profondamente legata al giovane santo, canonizzato qualche anno dopo da papa Urbano II su richiesta dell’allora arcivescovo tranese Bisanzio, il quale ha letto al concilio di Roma il testo scritto da Adelferio che raccontava la biografia e i miracoli post – mortem di Nicola.
Il giovane greco di nome Nicola, ben presto noto come “Pellegrino” per aver trascorso la sua vita viaggiando e visitando chiese, era nato a Stiri nella Grecia meridionale (attuale Distomo) nel 1075 ed è vissuto nel periodo in cui Roberto il Guiscardo e il figlio Boemondo avevano compiuto una spedizione in Grecia mirando a Costantinopoli e in cui i baresi portarono nella loro città le reliquie di S. Nicola di Mira.
Conosciuto per la sua forte fede cristiana e per il suo ripetere insistentemente  «Kyrie eleison» («Signore pietà»), dopo essere stato deriso e maltrattato presso altre località pugliesi come Otranto, Lecce e Taranto fu ben accolto a Trani il 18 maggio 1094: anche se Trani era sotto la dominazione normanna tra la popolazione vi erano molte persone di origine greca, che parlavano la sua stessa lingua. Fu ospitato da un contadino chiamato Sabino nella casa situata dove c’è oggi la chiesetta a Lui dedicata nel XII secolo presso Via Arcangelo Prologo. Poco dopo il suo arrivo si ammalò gravemente e morì a soli 18 anni, il 2 giugno 1094, nella stalla di quella casa, lasciando un vuoto nei cuori di tutti gli abitanti di Trani: fu amato soprattutto dai fanciulli, ai quali offriva spesso ciliegie e altri frutti, e in tanti visitarono le sue spoglie, riposte dapprima nella chiesa di S. Maria de Russis (San Giacomo).
I festeggiamenti in onore del Santo Patrono, molto sentiti dalla popolazione locale anche quest’anno, volgono al termine oggi, lunedì 30 Luglio, con la processione di ritorno del Santo al Santuario di Santa Maria di Colonna e lo spettacolo pirotecnico.
Di seguito è riportato il programma della giornata:
– Ore 10.00 : Chiesa di San Rocco – Santa Messa.
– Ore 11,00 : Chiesa di San Nicolino – Santa Messa celebrata dal Rev.do Can. Nicola Maria Napolitano.
– Ore 18.30 : Chiesa di San Rocco – Santa Messa.
– Ore 19.30 : Chiesa di San Rocco – Vespri officiati dal Vicario Episcopale Mons. Domenico De Toma.
– Ore 20.30 : Chiesa di San Rocco – Processione dell’immagine del Santo Patrono con l’intervento della Confraternita di San Nicola Pellegrino, percorrendo Via Mario Pagano, Via Cavour, Piazza Plebiscito, Vie Statuti Marittimi, Via Banchina al Porto, Molo Santa Lucia.
– Ore 21.00 : Imbarco del Santo Patrono sulla motovedetta della Guardia Costiera, per il ritorno al Santuario di Santa Maria di Colonna, accompagnato da un’artistica attrazione pirotecnica eseguita dalla ditta “PIRO STAR” di Vittorio De Angelis da Alife (CE).
– Ore 21,30 : Piazza Libertà – Tributo a “Stevie Wonder” con la “OVERWONDER BAND”.
– Ore 22.00 Lungomare Cristoforo Colombo – Arrivo del Santo Patrono presso il Lido ANMI, accolto dai fedeli dall’associazione sub e rientro nel Santuario
Si ricorda inoltre che oggi alcuni uffici ed esercizi commerciali potrebbero essere chiusi o garantire l’apertura solo per mezza giornata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here