Notte dei Poeti 2016 a Trani, lo scrittore barlettano Tommy Dibari presenta due sue opere

0
168
SAMSUNG CSC
Lo scrittore e poeta barlettano Tommy Dibari non poteva saltare questo importante ed emblematico appuntamento con la “Notte dei Poeti” 2016, svoltasi per il gran finale a Trani sabato sera.

Il piccolo festival della parola, nato “per riscoprire la bellezza della poesia, la sua finalità etica ed espressiva, per conoscere l’immenso patrimonio della parola scritta e orale che appartiene alla Puglia o che racconta la Puglia, per valorizzare l’identità della nostra comunità, far conoscere i grandi poeti e scrittori pugliesi ma anche il fermento artistico e creativo delle giovani generazioni”.

Nel corso del festival itinerante, lo scrittore Dibari ha presentato due libri: il suo ultimo lavoro letterario “Sarò vostra figlia se non mi fate mangiare le zucchine.” e la raccolta di racconti “Inchiostro di Puglia”, con Alessio Viola e Pietro Frenta, inoltre alcune sue poesie sono state recitate dall’attore Michele Lattanzio.

“Quando mi hanno chiesto di partecipare alla Notte dei Poeti, portando delle mie poesie, mi ha riempito il cuore di gioia – ha dichiarato lo scrittore Dibari -. Essere tra poeti e scrittori celebri come autore di racconti, autore di romanzi e poeta mi rende anche orgoglioso. Il principio della mia carriera è stato scrivendo versi di poesia, ho amato Pasolini, Sandro Penna, Dino Campana, Baudelaire, Whitman, Neruda, Borges, Vittorio Bodini e Fallacara e Alda Merini e tanti altri poeti che mi hanno fatto sognare e viaggiare in una dimensione che non è quella reale, questo per me è la poesia. Ascoltare i miei versi prendere forma, versi intimi e folli allo stesso tempo, recitati da un attore dinanzi ad una platea è una gioia immensa, mi ha fatto emozionare”.

Il festival è promosso dal Consiglio regionale della Puglia e dalla Teca del Mediterraneo e organizzato da FARM, in collaborazione con le amministrazioni comunali di Otranto, Ostuni, Trani, il Teatro Pubblico Pugliese, le Università di Bari e del Salento, la rivista “Incroci”, e la partecipazione dell’Associazione culturale Fondo Verri e Inchiostro di Puglia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here