A Barletta Luca Bianchini: dopo il successo di “Io che amo solo te”, il nuovo libro “Dimmi che credi al destino”. Video

0
1591

Si è tenuta ieri sera, alle ore 19 presso la sala emeroteca della biblioteca comunale “Sabino Loffredo”, la presentazione del romanzo dello scrittore Luca BianchiniDimmi che credi al destino” (Mondadori). L’incontro è stato moderato dalla giornalista Floriana Tolve, e promosso dall’Amministrazione comunale in collaborazione con la libreria “La penna blu”.

Giunto presso la biblioteca, l’autore torinese ha intrattenuto il pubblico con due ore di aneddoti e storie. Ha risposto alle domande poste dalla giornalista e con disponibilità e simpatia ha raccontato l’esperienza che lo ha portato a scrivere il suo nuovo romanzo “Dimmi che credi al destino”, l’amore per la Puglia e le sue consuetudini raccontate nel suo precedente libro “Io che amo solo te” e la sua successiva trasposizione cinematografica con gli attori Laura Chiatti, Riccardo Scamarcio, Michele Placido e Maria Pia Calzone, in queste settimane nelle sale cinematografiche.

L’autore ha raccontato delle sue esperienze londinesi, dell’amicizia nata con la protagonista del libro: Ornella e della sua migliore amica “la Patti”, del timore di raccontare la sua storia, il pudore nello svelare un segreto del suo passato e il coraggio poi di farlo per cercare di aiutarla. La libreria che Ornella dirige nel cuore di Hampstead, l’unica libreria italiana, è a rischio chiusura. Lo scrittore ha descritto anche il modo in cui il destino ha segnato questa storia e la scelta del titolo e della copertina. Una foto scattata da lui a Londra e che, una volta mostrata alla sua amica di adozione londinese, lei gli ha mostrato a sua volta, dicendogli di averla mandata qualche giorno prima alla sua amica Patti. Un cipresso, e un nome, Lucio (unico nome falsato nel romanzo), marito della protagonista, che lo seguirà nelle sue presentazioni, quando lui in ricorrenza della sua dipartita, dimentiherà di citarlo. Una storia di rinascita e speranza che snodandosi tra le strade di Londra e un’Italia lasciata da tempo e poi ritrovata, in un andirivieni di sentimenti positivi, lascia sognare il lettore attraverso “quella porta socchiusa da cui ogni tanto puoi sbirciare”.

Luca Bianchini, oltre ad essere uno scrittore e speaker radiofonico, scrive su «Vanity Fair», per cui tiene un blog, Pop up. Altre sue opere sono: Instant Love, Ti seguo ogni notte, la biografia di Eros Ramazzotti: Eros. Lo giuro, Se domani farà bel tempo, Io che amo solo te e La cena di Natale.

DSC_0001(1) DSC_0006 DSC_0015(1) DSC_0017(1) DSC_0025(2) DSC_0027(2)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here