Barletta, conclusa “La caccia al tesoro di Capitan Eco”: premiate le classi vincitrici

0
1355

Con grande entusiasmo si è tenuta questa mattina a Barletta, presso il teatro Curci, la premiazione delle classi vincitrici della gara didattica “La caccia al tesoro di Capitan Eco”, progetto di sensibilizzazione promosso dal Comune di Barletta in collaborazione con Bar.S.A. ed ideato da Achab Med.

La rappresentazione teatrale “L’odissea Alternativa. Storia semiseria dell’impresa di un eroe chiamato rifiuto” è stato il premio simbolico conclusivo della gara oltre ai vari gadget offerti a tutti gli alunni e dunque a tutti i bambini della città. Lo spettacolo messo in scena dalla compagnia molfettese “Il Carro dei Comici” e dagli attori Francesco Tanmarco, Paolo Annese e Enzo Covelli in arte Capitan Eco, è stato un momento per dimostrare ai bambini come con pochissimi materiali, riciclati e un po’ di fantasia si può creare una storia con un sotto testo dal significato profondo.

“Questa bella giornata vissuta oggi, deve servire per continuare dobbiamo continuare a differenziare, dobbiamo diventare una città virtuosa e dobbiamo impararre a distinguere i materiali – ha detto l’Assessora all’ambiente Irene Pisicchio – in fondo i bambini sono già pronti, hanno le menti così pulite e riescono ad imparare molto presto questo è il giusto modo per divulgare e coinvolgere le famiglie nella differenziata. Abbiamo lavorato tutti insieme – ha continuato l’assessore – cittadini insieme all’amministrazione tutta e alla Bar.sa con tutti i suoi componenti, siamo riusciti a portare avanti un progetto epocale per il comune di Barletta”.

A seguire è intervenuto il Presidente della Bar.sa, l’avvocato e docente universitario prof. Luigi Pannarale: “L’impegno continua e continuerà anche dopo questa bella festa perché la nostra sfida una sfida quotidiana che coinvolge tante persone che oggi non ci sono ma che con il loro lavoro rendono possibile tutto questo. Come i nostri operai che in questi mesi stanno lavorando con una generosità e diligenza al di fuori dell’immaginabile. Abbiamo raggiunto ottimi risultati e proprio questi risultati ci devono spingere a fare ulteriori passi come produrre meno rifiuti, riusare i rifiuti e farne altro prima che diventino rifiuti. Ed è in questo spirito che bisogna continuare a risolvere una serie di problemi che la nostra città continua ad avere. Dobbiamo fare tanto altro e ci riusciremo anche grazie all’aiuto di questi bambini che sono i cittadini di oggi. Ed è da oggi che incominciano a farci capire che il mondo che vogliono è un mondo migliore di quello che noi li stavamo per lasciare.”

Tutti i bambini delle scuole primarie di Barletta riceveranno un premio simbolico, un quaderno in carta riciclata mentre le classi vincitrici, quelle che si sono distinte e che hanno assistito allo spettacolo conclusivo sono: la 1a B del VII Circolo didattico di Via dei Pini, la 3a C, la 2a D e la 3a E del III Circolo didattico Fraggianni, 2a A del IV Circolo San Domenico Savio, la 2a C del V circolo Modugno, la 4a A del I Circolo D’Azeglio e la 4a A del VI Cicolo di Via Zanardelli, la 4a C dell Scuola Musti ed infine è la 5a A del II Circolo didattico Musti ad aggiudicarsi il primo premio in assoluto, un buono del valore di 500 euro per l’acquisto di materiale didattico.

E come dice Caronte insieme al Capitano Ulisse:” Occorre differenziare non solo per guardare i rifiuti come una risorsa ma anche come qualcosa che può essere riutilizzato e quindi per spendere di meno, per rispettare e tutelare la terra. Impariamo a differenziare a mettere insieme i rifiuti della stessa natura e materia, per rendere più semplice il riutilizzo. Non bisogna fare grandi cose, cerchiamo di sfruttare al meglio le nostre risorse”.

1(6) 8(1) 10 11(2) 13 16 17(1) 19 23 32

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here