Assalti al tir di pneumatici in autostrada, 10 arresti tra Andria e Cerignola

0
966

Ad operare sono stati gli uomini della Squadra di P.G. del Compartimento Polizia Stradale dell’Emilia Romagna, coadiuvati da personale della Sottosezione Polizia Stradale di Modena Nord e della Polizia Stradale di Parma, intervenuti a seguito del furto aggravato commesso tra le 01:00 e le 3:45 all’interno dell’area di servizio NURE Nord sita al km 166 dell’autostrada A21 in danno di un autotrasportatore in sosta notturna, cui erano stati sottratti 65 pneumatici marca Continental per autocarri, per un valore di oltre 50.000 €.

L’indagine che ha permesso di sgominare questo pericolosissimo sodalizio criminale è stata avviata dall’Ufficio Polizia Giudiziaria di Bologna a seguito di un furto verificatosi il 4.10.2017 presso l’area di servizio Sillaro Ovest, da cui è scaturito il procedimento penale nr. 24289/17 mod.44, in carico al Dott. Michele Martorelli, Sostituto Procuratore presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Bologna.

Nel corso della notte del 14 dicembre 2017, alle ore 4.50 presso l’area di servizio Secchia Ovest sita al km 156+450 carreggiata sud dell’autostrada A1, territorio del Comune di Modena, ed alle ore 5.15 presso l’area di parcheggio Castelfranco sita al km 176 sud A1, territorio del Comune di Castelfranco Emilia, sono stati arrestati dalla Polizia di Stato: Michele Di Stefano nato il 06/01/1964 ad Andria; Francesco Cannone nato il 02/03/1964 ad Andria; Antonio Pastore nato il 31/12/1979 ad Andria; Antonio Albano nato il 28/05/1952 ad Andria; Pasquale Caporale nato il 26/05/1984 ad Andria; Cosimo Fucci nato il 03/06/1974 ad Andria; Nicola Lopetuso nato il 30/11/1954 ad Andria; Savino Di Bari nato il 02/11/1974 ad Andria; Salvatore Dibisceglia nato il 21/09/1980 a Cerignola.

Mentre alle 9:00, nei pressi di Ancona, è stato arrestato Nunzio Zinfollino, nato il 14.02.1991 a Trani, conducente del camion sul quale era stata caricata la refurtiva.

Il gruppo, come hanno permesso di accertare le indagini, per evitare di essere individuato non soggiornava mai in strutture alberghiere, preferendo sobbarcarsi il viaggio di andata e ritorno tra Andria e le province di Bologna, Alessandria, Pavia e Piacenza, dove agivano almeno dal mese di ottobre. La loro attenzione era tale, per cui, anche in caso di sosta durante il tragitto, lasciavano comunque qualcuno a guardia dei veicoli per evitare che gli inquirenti potessero piazzare dei segnalatori GPS, attenzione che comunque non ha evitato alla Polizia Stradale di venirne a capo.

I malviventi, seguiti dal personale operante hanno fatto un primo tentativo in un’area di servizio in provincia di Brescia. Non avendo trovato nulla di appetibile si sono spostati in provincia di Piacenza, precisamente nell’area di servizio NURE Nord, sita sull’autostrada A21, nel territorio del comune di Piacenza, dove intorno all’una di notte hanno individuato l’autotreno carico di pneumatici marca Continental per autocarri, sul quale stava riposando un autista di nazionalità ceca.

I malviventi, in poco meno di tre ore, sono riusciti a sottrarre 65 pneumatici, senza che l’autista si accorgesse di nulla. Durante il furto attorno all’area di servizio erano stati schierati dei cosiddetti “pali”, mentre due autovetture facevano costantemente la spola nella tratta autostradale, per evitare brutte sorprese da parte della Polizia. Ultimato il furto e recuperati i complici, la compagine si è diretta verso sud.

Dato l’orario, il traffico pesante era già ripreso in modo intenso, circostanza per cui, una volta immessisi sulla A1, gli operatori hanno dovuto adottare ulteriori cautele per intervenire in sicurezza. Il dispositivo è scattato in zona Modena, dove una prima macchina, sulla quale viaggiavano cinque malviventi, è stata fatta entrare nell’area di servizio Secchia Ovest. Gli occupanti sono stati immediatamente bloccati e condotti nella vicina Sottosezione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here