Molfetta, è caduta la “Leonessa” del vecchio portale al Duomo di Molfetta.

0
1882

Non è chiara la dinamica, né se la responsabilità è da attribuire al maltempo o all’errore umano.  E’ accaduto questa notte alle ore 3 circa, un rumore ha svegliato i residenti della zona, che per primi si sono recati sul posto, verificando che la leonessa ad ornamento del vecchio portale del Duomo è rovinata al suolo, frantumandosi.

«Ho incaricato il Dirigente dei Lavori pubblici di fare una verifica di quanto è successo», ha dichiarato il sindaco Minervini, visibilmente rattristato dell’accaduto. Il primo cittadino si è subito prodigato convocando una conferenza stampa negli uffici di Lama Scotella alle ore 13.

«Essendo un pezzo importante della nostra comunità faremo, per quanto ci riguarda una verifica sulla correttezza dei comportamenti della ditta che sta facendo I lavori. Nel frattempo attendiamo un comunicato congiunto da parte del parrocco, della sovrintendenza e della stessa ditta», ha detto ancora il sindaco.

La finestra dell’Abside del  Duomo di Molfetta ha perso un pezzo preziosissimo. Voci sostengono che il danno sia stato cagionato da un cavo staccatosi dal pontile a fune e  lasciato sospeso dall’impresa incaricata del restauro. Si tratterebbe, dunque, di un errore umano non un danno attribuibile all’usura del tempo o alla ferocia del vento.

Non ci si spiega, poi, il perché qualcuno, a seguito dell’accaduto, avrebbe rimosso i cocci rimasti in terra, senza procedere ad una perizia e alla catalogazione analitica che avrebbero evitato un ulteriore danneggiamento, il tutto in assenza di esperti della Sovrintendenza ai Beni Culturali.

«E’ caduta la leonessa. Il leone e la leonessa sono simboli cristologici; fanno riferimento alla profezia di Giacobbe sul figlio Giuda, dalla cui discendenza sarebbe sorto il Messia; il patriarca Giacobbe paragona il figlio ad un leone e ad una leonessa e dice che nella sua tribù sarebbe rimasto il bastone del comando finché non fosse arrivato colui al quale appartiene;  per questo Gesù,  nell’Apocalisse, è definito “leone della tribù di Giuda”. È con questo significato che la coppia leonina è alla base del finestrone absidale della cattedrale di Molfetta», ha dichiarato, poi, lo Storico dell’Arte, dott.ssa Margherita Pasquale presso la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province BA, BAT e FG della Puglia, già Direttore del Castello di Trani.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here