Canale Ciappetta-Camaggio, Regione Puglia e Consorzio di Bonifica ecco il disciplinare

0
141
Caracciolo: «È prevista l’esecuzione di varie attività tra le quali il rivestimento in pietrame delle sponde, il ripristino del rivestimento in calcestruzzo laddove ammalorato, la pulizia del fondo del canale»

Èstato sottoscritto ieri presso la sede dell’Assessorato alle Risorse idriche e alla tutela delle acque, alla presenza dell’assessore competente Annamaria Curcuruto, dell’assessore regionale all’Ambiente Filippo Caracciolo e del Presidente del Consorzio di Bonifica Terre D’Apulia Alfredo Borzillo, il disciplinare regolante i rapporti tra Regione Puglia e Soggetto Attuatore Consorzio di Bonifica Terre d’Apulia per l’attuazione dell’intervento di ‘Riattivazione della continuità idraulica del Canale Ciappetta Camaggio in agro di Andria e Barletta’ finanziato dalla Regione Puglia a valere sulle risorse comunitarie di cui al POR PUGLIA 2014/2020 – Azione 6.3 per un importo di € 862.190,92.

«L’intervento – specifica Caracciolo – prevede il consolidamento delle sponde mediante costruzione di scogliera in pietrame calcareo con interventi volti alla riattivazione della continuità idraulica del Canale Ciappetta Camaggio. Grazie all’opera sarà possibile scongiurare i fenomeni erosivi e di crollo visto che in occasione del passaggio di piene stagionali le sponde in più punti hanno subito una forte erosione seguita da fenomeni di crollo delle pareti. È prevista l’esecuzione di varie attività tra le quali il rivestimento in pietrame delle sponde, il ripristino del rivestimento in calcestruzzo laddove ammalorato, la pulizia del fondo del canale mediante asportazione del materiale terroso accumulatosi.
A proposito del Canale Ciappetta Camaggio – conclude l’assessore Filippo Caracciolo – dobbiamo riuscire a preservare sia gli aspetti legati alla messa in sicurezza, rispetto ai quali voglio ricordare un altro importante intervento che vede come soggetto attuatore ANAS, e sia quelli legati alla valenza ambientale di un bene che appartiene al territorio e di cui dobbiamo riuscire a fare una risorsa».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here