Torna dalla Svezia, Colasante ringrazia i concittadini

(11 settembre 2011) CANOSA DI PUGLIA- Fine della permanenza forzata in Svezia per il consigliere comunale Giovanni Colasante, arrestato e processato per un presunto schiaffo in pubblico al figlio 12enne, mentre il 26 agosto attendeva di entrare in un ristorante a Stoccolma. L'uomo è rientrato in Italia giovedì 8 settembre e, scambiando poche parole con i cronisti che lo attendevano, ha definito la sua storia "un vero e proprio incubo".

Barletta, rubano cavi da ex sede Enel: arrestati

(11 settembre 2011) BARLETTA- Non conosce soste l'attività illecita di sottrazione di materiale elettrico e ferroso da siti agricoli o aziende locali. L'ultimo episodio ieri a Barletta: due uomini sono stati arrestati perché sorpresi in flagranza di reato mentre tentavano di portare via rame e altri oggetti in metallo dalla palazzina che un tempo ospitava la sede dell'Enel, in viale Marconi.

Andria, sorvegliato speciale spaccia cocaina: arrestato

(8 settembre 2011) ANDRIA- Nonostante fosse già sottoposto alla misura della sorveglianza speciale, il 49enne andriese Francesco Pistillo continuava a praticare la sua "attività": i Carabinieri del Nucleo Operativo della locale Compagnia lo hanno sorpreso ieri pomeriggio mentre cedeva una dose di cocaina a un cliente, in piazza Santa Maria Vetere.

Bisceglie, furto in villa: arrestati 3 bulgari

(8 settembre 2011) BISCEGLIE- Sorpresi a svaligiare una villa in contrada Carrara-La Pergola, tre bulgari, due 38enni e un 18enne, sono finiti in manette. E' accaduto nel pomeriggio di ieri, quando il personale del locale consorzio di Guardie Campestri ha segnalato ai carabinieri la presenza di un'auto sospetta nei pressi di un'abitazione rurale.

Latitante tranese arrestato in Spagna

(8 settembre 2011) E’ stato arrestato ad Almeria in Spagna, dai Carabinieri del ROS in collaborazione con la squadra catturandi della polizia spagnola , il tranese Maurizio Ragno di 56 anni. L’uomo era latitante in quanto evaso dal 2009 dalla sua residenza di Bologna, dove scontava una condanna di 9 anni e mezzo per concorso in rapina, detenzione illegale di armi e munizioni, traffico di stupefacenti, falsità materiale commessa da privato .

Trani, rubano una moto: arrestati due cerignolani

(7 settembre 2011) TRANI- Trasferta con furto: nel tardo pomeriggio di ieri gli agenti del commissariato di Trani hanno arrestato Antonio Detto 24 anni, e Matteo D’Angelo 21 anni, entrambi di Cerignola, con l’accusa di furto aggravato di un motociclo Yamaha T max 500. I due dovranno rispondere anche di possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso.

Ss 170, ruba pezzi di guard rail: arrestato barlettano

(6 settembre 2011) BARLETTA- Sorpreso a smontare interi lastroni del guard rail lungo la statale 170, sul tratto Andria-Barletta: è finito ai domiciliari un 34enne barlettano, incensurato. La scoperta in flagranza di reato del furto, che si potrebbe definire insolito ma che invece è solo l'ennesimo episodio di cronaca di sottrazione di materiale metallico, casi ormai all'ordine del giorno, è avvenuta durante un normale servizio di pattugliamento della zona.

Andria, incensurato arrestato: 3 kg di hashish in casa

(6 settembre 2011) ANDRIA - Manette ai polsi di un 39enne andriese incensurato, nella cui abitazione ieri pomeriggio i carabinieri del Nucleo Operativo della locale compagnia hanno trovato 3 chilogrammi di hashish, suddiviso in 29 panetti.

Andria, ancora un furto di materiale elettrico

(2 settembre 2011) ANDRIA- Ennesimo colpo grosso questa mattina intorno alle 5, quando in una ditta su via Trani ad Andria alcuni ladri hanno sottratto una grande quantità di materiale elettrico , rame, trapani e materiale ferroso.

Molestie, revocati arresti domiciliari al dirigente Bat

(2 settembre 2011) TRANI- Accolta dal gip di Trani la richiesta di revoca degli arresti domiciliari per il dirigente della provincia Bat accusato di molestie sessuali nei confronti di una dipendente. Giuseppe Di Biase, il 52enne funzionario del settore Finanze nei cui confronti il 26 agosto scorso era disposta la misura cautelare, è tornato dunque in libertà, ma dovrà osservare il divieto di dimora nei comuni capoluogo di Barletta, Andria e Trani.

Send this to friend