Tennistavolo, l’Acsi Onmic Lamusta riparte bene nei campionati a squadre

0
61

Nel week-end appena trascorso e’ andato in scena il “primo atto” del girone di ritorno dell’attivita’ a squadre con il brand FITET.
Due vittorie e una sconfitta: questo il bilancio delle formazioni facenti capo alla Polisportiva ACSI ONMIC OTTICA LAMUSTA BARLETTA e militanti in Campionati a Squadre di differente livello.
Ha iniziato nel migliore dei modi il nuovo anno la compagine di serie C2, corsara sul “campo minato” dell’A.S.D. G.S. T.T. Corato(Ba) per 5 a 1. Due punti sono stati firmati da Giuseppe Memeo (in eccellente condizione), due dal talentuoso Dominique Straniero (finalmente vittorioso contro la sua “bestia nera” Vittorio Vangi) ed uno da Giuseppe Damato ( in evidente ripresa nonostante lo “scivolone” rimediato nel confronto con l’ostico Michele Volpe). Grazie a questa preziosa affermazione, il team barlettano ha  consolidato la seconda piazza in graduatoria.
Scendendo sul gradino agonistico immediatamente inferiore,nel Campionato Regionale di Serie D1, l’ONMIC ACSI BARLETTA (momentanea capolista in compagnia dell’AZZURRO MOLFETTA e della VELA D’ORO MANFREDONIA) ha prevalso,in casa del G.S.T.T. CORATO BARRACUDA, per 5 a 1.
Due punti sono stati messi a segno da Zefferino D’Onofrio, due dal presidente (alle prese con una fastidiosa epicondilite) ed uno da Vincenzo Sansonne (in tangibile ritardo di condizione e costretto alla resa nel match contro il fighter Corradino Samarelli). In virtù del successo conseguito, la squadra barlettana ha mantenuto inalterato il primo posto in classifica. Il cammino verso traguardi ambiziosi (anche se tutt’altro che impossibili) si preannuncia ancora lungo ed irto di difficoltà.
Sempre nello stesso Campionato Regionale, l’ONMIC FLINSTONES BARLETTA ha resistito circa tre ore prima di arrendersi a Manfredonia (FG) contro la già citata capolista VELA D’ORO per 2 a 5.I due punti sono stati realizzati da Giacomo Dicataldo ( già’ pongista di serie C2 e C1 nazionale, attualmente in forma smagliante).Encomiabili le prestazioni di Maurizio Lamusta e del quindicenne Mario Sardella. Non ha convinto,altresì, la prova di Ruggiero Rutigliano, ancora lontano dalla sua condizione ottimale.
Nonostante la sconfitta subita, la formazione barlettana e’ riuscita a conservare la quarta posizione in classifica. L’obiettivo della permanenza senza patemi non e’ affatto compromesso per un organico,quello barlettano, pronto all’immediato riscatto già’ dal prossimo impegno agonistico.

Cosimo Sguera

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO