Da Barletta a Margherita la “DownWind KiteCup”, gara di kitesurf: vince De Lucia di Giovinazzo

0
939

Una traversata di 15 Km che ha contato la presenza di 40 Kiter provenienti da tutta la Puglia; ed è stato un 37enne di  Giovinazzo, Antonio De Lucia, che si è aggiudicato nella categoria uomini il primo posto, seguito da Ruggiero Fiorella e da Paolo Matera giovani rider dilettanti. Mentre la pupilla della manifestazione, la campionessa Freestyle Suami Cavallo di soli 12 anni, si è distinta tra le donne.

La regata è stata ideata e organizzata dall’Istruttore IKO, l’International Kiteboarding Organization, Luigi Di Bari e dall’associazione sportiva dilettantistica “Free Kite”, nello specifico dalla scuola ufficiale  GGBeach con sede a Barletta diretta da Luigi, in collaborazione con il centro vela “Horizont” di Margherita di Savoia.

Una giornata dedicata al mondo del Kitesurf, in cui professionisti e amatori hanno condiviso idee e consigli su questa affascinante disciplina sportiva. Ma nell’attesa del vento che ha iniziato ad alzarsi proprio alla partenza della gara alle ore 15.00 sino ai 12 nodi giusti per poter iniziare la regata, l’organizzatore ha affittato l’alternativo Ape Car, il “Bar Different”, con il quale i titolari, Vincenzo e Michele giovanissimi ragazzi di Andria, hanno allietato l’evento con Drink, musica e frutta fresca un Party in stile Long Beach: con tavole da surf, colori, mare, spiaggia e tanto divertimento.

“Il nostro litorale  sarebbe uno spot perfetto per poter praticare questo sport. Ci sono diversi posti che sognano di possedere spiagge del genere, e nonostante gli spazi molto più ridotti, riescono a realizzare competizioni, dimostrazioni e tanto altro; il vento quando c’è è buono ed è possibile fare trick e manovre o compiere traversate – ha detto l’istruttore Luigi Di Bari, sostenuto dal Presidente dell’Associazione Freekite Ruggiero Fiorella che ha evidenziato ” come purtroppo sport bellissimi ma di nicchia come il Kite Surf, il Surf, non sono presi in considerazione nella maniera giusta come altri sport”.

“In questa proposta ci crediamo –  ha continuato con fervore Luigi Di Bari, Istruttore Iko- e andremo avanti cercando di migliorare e di divulgare a più gente possibile la cultura e la filosofia del KiteSurf, del mare e del contatto con la natura”.

“La sfida è trasformare una spiaggia abbandonata a se stessa in un posto di ritrovo, un luogo di cui prendersi cura”, ha concluso Luigi DiBari.

Suami Cavallo vincitrice del “Master of the Ocean” Campionato Freestyle di Cabarete, nella divisione femminile, si è entusiasmata alla visione della spiaggia di ponente. Suami con i suoi soli 12 anni ha già visto diversi posti nel mondo dove fare Kite. Lei originaria del Sud Italia, di Trani, si è trasferita a Cabarete nella Repubblica Dominicana e alla domandasu cosa volesse diventare da grande ha risposto: ” Da grande? Una Kiter professionista!”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here