Canosa di Puglia, la 63^ Coppa San Sabino di ciclismo vinta dall’ucraino Zmorka

0
456

La tradizionale competizione ciclistica nazionale in onore del santo patrono di Canosa di Puglia(BT), molto sentita dagli sportivi e appassionati del sud Italia, presenti in massa lungo il percorso competitivo, si è sviluppata su un circuito urbano ed extraurbano di Km. 14,700, ripetuto 8 volte per un totale di Km. 117,600, percorsi in 2h.46 sec. alla media di 42,120 km/h.

Prima della partenza ufficiale della corsa gli organizzatori, i giudici di gara, i corridori e gli sportivi hanno reso omaggio a San Sabino recandosi nella Concattedrale di Canosa con il deposito di una ghirlanda di fiori portata a mano dal tunisino Tounsi Maher della Gallina Colosso Eurofeed e dal bielorusso Shumov Nikolai della General Store Bottoli unitamente a Don Felice Bacco, a don Nicola Caputo, a patron Sabino Patruno grande devoto del santo e suo figlio Cosimo giudice di gara.

In via Giovanni Bovio, al nastro della partenza ufficiale 86 corridori in rappresentanza di 14 squadre tra le più forti del panorama nazionale. In 32 hanno terminato la gara che ha visto l’ucraino Marlen Zmorka(classe 1993) tagliare il traguardo davanti al bielorusso Nikolai Shumov e leggermente staccato il polacco Marcin Mrozek della Vejus TMF Cicli Magnum.

La manifestazione ciclistica canosina, una classica dell’estate nel sud Italia, ancora una volta organizzata impeccabilmente dall’Associazione Ciclistica Dilettanti Gruppo Sportivo Sabino Patruno, medaglia di bronzo al merito sportivo, che per l’occasione ha festeggiato il trentennale della sua costituzione, è stata onorata dalla presenza di Stefano Bortolotti, speaker ufficiale del Giro d’Italia che ha commentato magistralmente tutte le fasi della corsa fino alle premiazioni con gli interventi del presidente regionale F.C.I. Puglia Pasquale De Palma, del presidente della Provincia Barletta Andria Trani Francesco Ventola, del sindaco di Canosa Ernesto La Salvia, del vice sindaco Pietro Basile, dell’assessore allo sport Sabino D’Aulisa, di Mons. Felice Bacco, dei titolari delle ditte sponsorizzatrici, dei delegati AVIS e di patron Sabino Patruno.

A fine gara è apparso emozionato e soddisfatto l’organizzatore Sabino Patruno per aver ospitato i migliori corridori di categoria nella gara dedicata al patrono di Canosa tra l’entusiasmo e gli applausi del folto pubblico presente lungo il tragitto della gara.

Bartolo Carbone

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here