Calcio, Prato-Barletta a reti bianche: un punto a testa che non cambia le sorti del campionato

0
191

 Gli esordi della partita vedono i lanieri affacciarsi ripetutamente dalle parti del portiere ospite Liverani (anche in questa occasione uno dei migliori in campo). Tatticamente preparato, il Prato cerca sulle corsie esterne la via al goal: Pisanu ci prova due volte nei primi dieci minuti di gioco, ma i suoi tentativi risultano quasi velleitari. Ci prova l’altro attaccante toscano Silva Reis, ma il suo colpo di testa è privo di precisione. La sfuriata iniziale degli azzurri si attenua con il passare dei minuti e, così, alla mezzora di gioco i biancorossi ribattono alle offensive toscane. È Cicerelli il più pericoloso dei suoi: un tiro al 30’ fa la barba al palo. La pressione degli uomini di mister Orlandi cresce e cresce il numero dei calci d’angolo in favore della formazione pugliese: manca tuttavia l’imbeccata vincente. Finisce un primo tempo avaro di emozioni, di occasioni.

I secondi quarantacinque minuti si aprono con l’ingresso del barlettano Pippa. La partita appare subito più dinamica, impostata su ritmi di gioco più alti. Ancora Cicerelli, ancora su calcio piazzato prova a sbloccare il risultato, ma la sfera (ancora una volta) termina di poco a lato. Il Prato risponde immediatamente con una pericolosa incursione dal settore di destra: Silva Reis si invola verso l’area avversaria, lasciando partire un cross insidioso che attraversa tutta l’area senza che nessun compagno giunga al contatto con la palla. Al quarto d’ora Pippa sciupa una ghiotta occasione, calciando da buona posizione sull’esterno della rete. Il Barletta prende le redini del gioco, imponendosi nel campo. Al fine di portare un buon risultato a casa i pugliesi addormentano il gioco, abbassando i ritmi dell’incontro; solo con Grifoni il Prato si riaffaccia nella metà campo del Barletta, ma il suo tiro manca di precisione. Poi, il walzer delle sostituzioni scombina le carte in tavola. Prato arrembante, Barletta chiuso a riccio: così, nel finale, prima Liverani è chiamato agli straordinari su Serrotti, poi, è solo il palo a regalare ai pugliesi il punto in classifica. Domenica casalinga per gli uomini di mister Orlandi, che affronteranno la capolista Frosinone.

 

Michele Noviello

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here