Calcio, buona prestazione del Barletta contro il Catanzaro ma finisce solo 1-1

0
182

Una partita insolita quella del Barletta, con gli undici di Orlandi finalmente capaci di creare e giocare per novanta minuti; una partita anomala quella del Catanzaro che si concede un mezzo passo falso nella corsa ad un posto play off.

Il cambio di ritmo e di mentalità (ancor prima!) del Barletta si nota immediatamente: già dalle prime battute sono i biancorossi a prendere il dominio del campo e ad imporre il proprio gioco; il Catanzaro pare impotente e spiazzato dall’esuberanza degli ospiti. Cicerelli crea seri problemi alla retroguardia calabrese: la sua vivacità è il là delle azioni più pericolose del Barletta. Dopo pochi minuti dall’avvio del match Cicerelli si invola dalla corsia di sinistra verso la porta, lasciando partire un tiro, prontamente respinto dall’estremo di casa Bindi; ma non è finita: sulla ribattuta si avventa Zigon che costringe agli straordinari il portiere. Al ventesimo è sempre Cicerelli a creare un’occasione: questa volta un miracolo di Bindi sventa la rete del possibile vantaggio ospite. Prima che le squadre guadagnino la via degli spogliatoi, è Ilari a provarci con un bel colpo di testa di poco fuori misura.

Al rientro in campo il copione sembra non essere cambiato: un Catanzaro troppo lento e prevedibile ci prova, innescando i suoi attaccanti con lanci lunghi, ma la via del goal è introvabile. Il Barletta invece sembra convinto delle proprie possibilità e capacità e si avvicina pericolosamente alla porta avversaria con Zigon. Poi, i calabresi ricordano le proprie qualità e ambizioni, il Barletta rivive i suoi soliti momenti di amnesia domenicale: il Catanzaro ci prova con Germinale, che arriva in ritardo su un cross sottoporta di Russotto e, al 20’, trova la rete dell’1-0 con Fioretti, che insacca di testa il cross del solito Russotto. Tutto farebbe pensare alla solita domenica, alla solita partita, al solito Barletta, ma non è così. Per capirlo, bastano solo cinque minuti: sugli sviluppi di un calcio d’angolo in favore dei pugliesi caos e jungla di gambe in aria; palla che finisce sui piedi di D’Errico(B) che calcia a rete; la respinta dell’ottimo Bindi lascia andare la palla verso la terra di nessuno; il più lesto di tutti è Ilari che batte a rete, segnando il momentaneo (e finale) 1-1. A cinque minuti dal termine ultimo sforzo delle due formazioni che spingono nel desiderio dell’intera posta in palio: al 40’ Mantovani(B) su calcio di punizione cerca e trova il suo compagno di reparto Prutsch che non è altrettanto preciso nel trovare lo specchio della porta; allo scadere è Germinale (C) a divorarsi la rete del possibile sorpasso calabrese, colpaccio sventato anche grazie all’intervento del portiere Liverani. A due passi dalla beffa, il Barletta torna dalla Calabria con un piccolo sorriso, suscitato dalla buona prestazione fornita sia sul piano del gioco che su quello del carattere.

Un sorriso che fa ben sperare per i prossimi due incontri casalinghi: sabato, anticipo contro la Nocerina; mercoledì 18, il recupero di Barletta-Pontedera.

Michele Noviello

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here