Calcio, Barletta “stregato” a Benevento: 4-2 per i padroni di casa al “Vigorito”

0
188

Tuttavia, un risultato che non deve lasciare pensare ad una partita spettacolare, fatta di rapidi capovolgimenti di fronte e grandi giocate. Un risultato che sorride al Benevento, sebbene nel confronto con i pugliesi siano apparse grandi lacune difensive. Una corazzata, come quella campana, che sogna di tornare in B, non può permettersi di subire due reti da una squadra di molto inferiore sotto tanti punti di vista. Sotto di quattro reti, il Barletta ha mostrato un po’ di gioco, rimontando sino al risultato di 4-2; gli uomini di Orlandi avrebbero ancora potuto ridurre il passivo, ma la solita sfortuna e la solita imprecisione hanno lasciato inalterato il parziale.

Inizio gara di marca beneventana: Montiel è il più pericoloso dei suoi. Il pressing della squadra campana è costante e viene così premiato dopo venti minuti di gioco: al 21’ Campagnacci porta avanti i Sanniti con un tiro da fuori aria, che deviato, inganna e trapassa Liverani. Il tempo di riprendere a giocare, non passa nemmeno un minuto: difesa del Barletta disattenta, bravo Bonaiuto a sorprenderla, scattando sul filo del fuorigioco e involandosi a rete, battere per la seconda volta il portiere biancorosso. Prima che la sfuriata dei giallorossi si plachi, il Barletta tenta con Cicerelli una sortita offensiva: è la traversa a negare la rete. Ma gli “Stregoni” tornano all’attacco: al 27’ il Benevento beneficia di un calcio di punizione da limite dell’aria; si incarica della battuta Mengoni che con un gran tiro buca prima la barriera ospite, poi anche il suo portiere. I bianocrossi provano in tutti i modi una reazione, almeno d’orgoglio, ma i tentativi di Picci e di D’Errico trovano grandi risposte della difesa campana.

Nel secondo tempo non cambia la musica: Benevento in avanti e Barletta in difesa. L’attaccante campano Evacuo si rende pericoloso più volte, sino al 15’, quando riesce a siglare la quarta segnatura per i suoi. Di qui in avanti i Campani imbrigliano l’idee dei biancorossi. Perché accada qualcosa, occorre aspettare la mezzora di gioco. I biancorossi, timidamente in avanti, conquistano un calcio di punizione dal limite dell’aria: batte Cicerelli che accorcia le distanze. Benevento che subito reagisce con Altinier, ma spreca. A dieci minuti dal termine, Ilari dimezza le distanze, mettendo in rete un traversone dalla destra. La generosità e la foga in questi momenti tolgono lucidità alla manovra, non si produce mai nulla: Benevento batte Barletta per quattro reti a due. Domenica allo stadio “Puttilli” di Barletta ospite dei biancorossi è il Pontedera.

 

Michele Noviello

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here