Calcio, Barletta sconfitta di misura a Frosinone: 1-0

0
256

Sotto la direzione del Signor Serra di Torino le due formazioni si affrontano a viso aperto, cercando sin dalle prime battute di impostare il proprio gioco. È il Frosinone il primo a spingere con decisione e, già nei primi minuti, sono da segnalare gli affondi di Paganini e Frara. Il Barletta risponde con un’incornata di Picci sugli sviluppi di un calcio d’angolo; poi, è il solito Allegretti su calcio piazzato a fare tremare la porta avversaria. Cambi di fronte repentini e continui, una bella partita che allo scadere della prima frazione regala una gioia ai tifosi canarini: Altobelli recupera palla a metà campo, dialoga nello stretto con Aurelio e giunge alla conclusione vincente.

La rete subita poco prima dell’intervallo stordisce gli uomini di Orlandi che al rientro in campo sembrano intontiti, spaesati. I Frusinati capiscono le difficoltà dei biancorossi e spingono in avvio di ripresa: Ciofani, Paganini e Frara mettono in discussione la natura del risultato, sfiorando più volte il raddoppio. Il Barletta pare non essere sceso in campo dopo il famigerato the caldo. Acciacchi fisici costringono Orlandi a rivedere un po’ la formazione; ed è, o meglio, sarebbe stata la mossa vincente: il neo entrato Ilari costringe il portiere di casa Zappino agli straordinari. Non si vivono altre emozioni degne di nota. Il Frosinone gestisce fino al triplice fischio. Risultato che non cambia: a Frosinone, Frosinone batte Barletta per una rete a zero.

Nella Sala Stampa dello stadio “Matusa” giunge il tecnico biancorosso Nevio Orlandi“I ragazzi hanno dato tutto,tenendo testa ad una squadra importante come il Frosinone e riuscendo a creare alcune occasioni, salvo subire la rete dello svantaggio in contropiede. Soluzioni in attacco? D’Errico ha lavorato molto bene, così come Picci: hanno caratteristiche diverse da La Mantia e Cicerelli. Il fatto di non andare in gol sicuramente rappresenta un problema per una squadra giovane come la nostra. Finora siamo stati penalizzati dagli infortuni: oggi anche Camilleri e Pippa, scesi in campo, non erano nelle migliori condizioni.”

Un punto, zero gol fatti e quattro subiti: questi i numeri di una squadra che in passate stagioni starebbe lottando nella zona retrocessione, solo per non arrivare ultima. Domenica prossima al “Puttilli” il Barletta ospiterà la Salernitana.

 

Michele Noviello

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here