Il Canosa Calcio vince e convince contro lo Sporting Daunia: 3-1 il risultato finale

0
401

In pieno clima autunnale, caratterizzato da improvvisi scrosci di pioggia, gli uomini di mister Scaringella hanno realizzato tre reti come nella precedente domenica  con l’under Sanluca che migliora il suo score sotto rete e Giammarco Frezza(37 anni, in foto) al  ritorno  in campo e al goal, dopo un mese di stop per infortunio. L’unica novità nell’undici titolare è stata quella di Abbasciano al posto dell’infortunato Balducci mentre  Frezza e  Di Noia si sono accomodati  in panchina in quanto in non perfette condizioni fisiche. Il Canosa ha schierato De Blasio  in porta,  Abruzzese e Abbasciano al centro della difesa e gli under Di Gennaro e Ciciriello  sulle fasce, il capitano Impera, Losito, Iacobone e Leonetti a centrocampo, Sanluca e Quacquarelli in avanti. Il tecnico Scaringella ha proposto lo stesso assetto offensivo che ha funzionato bene contro l’Apricena  sfruttando ancora una volta il collaudato centrocampo e l’agilità degli attaccanti con Raffaele  Sanluca(classe 1994), autore  di una doppietta nella prima mezz’ora di gioco su assist di Iacobone tra i migliori in campo per duttilità e generosità agonistica. Un primo tempo perfetto ad eccezione  dell’azione del rigore subito dal Canosa  allo scadere del tempo che ha visto il portiere De Blasio  respingere la palla calciata dal dischetto da Tucci e carambolare sull’arbitro Natilla che involontariamente, forse per la posizione troppa vicina all’estremo difensore canosino, ha fornito l’assist a Cavallone, lesto a intervenire e a  segnare. Dopo il goal ci sono state disquisizioni in merito al posizionamento dell’arbitro sui calci da fermo  che è previsto dalla regola n.5 del Regolamento del giuoco calcio FIGC  come segue : “““L’arbitro dovrà invece essere posizionato all’interno dell’area di rigore, ad un’uguale distanza dalla porta e dal punto del calcio di rigore, avendo l’esecutore alla propria destra”’”.

 

Nella ripresa i padroni di casa  provano ad acciuffare il pareggio  ma non riescono ad impensierire la squadra canosina  ben organizzata tatticamente, in netto miglioramento rispetto alle prime uscite stagionali, che colpisce prima un legno con Leonetti e poi mette al sicuro il risultato con Frezza subentrato poco dopo al posto di quest’ultimo. Una vittoria meritata ma offuscata  dall’infortunio occorso ad Abbasciano accompagnato in ambulanza all’ospedale per gli accertamenti. All’uscita dal campo il difensore centrale è stato lungamente applaudito dai tifosi del gruppo “Canosa Ultras”  giunti numerosi  anche a Foggia per incitare la propria squadra che ha fatto bottino pieno e si mantiene nella scia delle prime. Domenica prossima allo Stadio S.Sabino di Canosa di Puglia(BT) i rossoblu affronteranno  la  squadra di Rocchetta Sant’Antonio, sconfitta in casa dall’Unione Calcio Bisceglie, in una giornata che non ha visto risultati a sorpresa. Bartolo Carbone

 

Sporting Daunia – A. S. D. Canosa     1- 3

 

Sporting Daunia:Riceputo,De Ninno,Carità(dal 35’Melino),Palmieri,Lovasto, D’Emilio(dall’85’Iuppa),Cavallone, D’Ambrosio, Ricci, Tucci,Villani(dall’82’Padalino).A disposizione: Farano, Gramazio,Scarabino, Pipoli. All.Fernando Cola Antonini

 

A.S.D.Canosa:De Blasio, Di Gennaro, Ciciriello, Abruzzese, Abbasciano(dal 76’Ruscino), Losito, Iacobone, Impera, Sanluca(dal 61’Di Noia), Leonetti(dal 64’ Frezza), Quacquarelli.A disposizione:Conte, Di Muro M.,Pagano V., Fasciano. All.Giuseppe Scaringella

Arbitro: Giuseppe Natilla  della Sezione di Molfetta(BA).

Reti: 15’ e 28’ Sanluca,45’Cavallone,80’Frezza.

Ammoniti: D’Emilio, Lovasto,Leonetti, Losito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here