Canosa Calcio, secco 2-0 contro il Rocchetta Sant’Antonio

0
358

L’ottava partita del campionato di prima categoria girone A porta altri tre punti indispensabili per la classifica dell’A.S.D. Canosa in rincorsa sulle prime, giocando un buon calcio soprattutto nella prima parte con un calo nella ripresa forse a causa dei falli commessi dagli avversari che hanno spezzato a più riprese le manovre offensive degli uomini di mister Giuseppe Scaringella(37 anni).

Alcune novità di rilievo nella formazione del Canosa che ha visto i ritorni in campo  dal primo minuto di Balducci in difesa, di Frezza e Ruscino a centrocampo  in sostituzione di Iacobone e  Leonetti assenti per motivi di salute. Il Canosa ha schierato De Blasio tra i pali,  Abruzzese e Balducci al centro della difesa e gli under Di Gennaro e Ciciriello sulle fasce, Impera, Losito, Frezza e Ruscino a tessere le trame per servire la coppia d’attacco formata da Sanluca e Quacquarelli. Nei minuti iniziali sono gli ospiti a rendersi pericolosi prima di subire la rete del vantaggio canosino  ad opera di Raffaele Sanluca(classe 1994), al quarto goal in campionato, che di testa, ben servito da Frezza, batte l’incolpevole Mastropietro.

Un minuto dopo, l’under Sanluca, la rivelazione di questo scorcio di stagione, migliorato notevolmente nei movimenti e sotto porta, sempre pronto a mettere in ansia le difese avversarie, ha tra i piedi la palla del raddoppio ma l’estremo difensore del Rocchetta Sant’Antonio respinge sui piedi di Frezza che calcia fuori. Il goal del raddoppio è nell’aria ed arriva al 31’ con il capitano Impera, ancora una volta tra i migliori in campo per grinta  e intelligenza tattica al servizio della squadra.

 Nella ripresa gli ospiti provano a raddrizzare le sorti dell’incontro inserendo Corbo e l’altro Feninno ma non riescono ad impensierire più di tanto la squadra canosina  ben disposta in campo che perde per infortunio anche Quacquarelli sostituito da Bruno. E’ ancora il Canosa ad insidiare la retroguardia avversaria con un bolide di Ruscino che poco dopo lascia il posto a Fasciano. Nei minuti finali  abbastanza fiacchi c’è da segnalare la conclusione di Bruno  servito dall’under Di Noia.

Una vittoria voluta fortemente dai rossoblu  contro una squadra ostica ma ancora una volta offuscata dall’infortunio occorso a Quacquarelli accompagnato in ambulanza all’ospedale per le cure del caso. Sugli spalti ha assistito all’incontro il difensore centrale Vincenzo Abbasciano, dimesso in settimana dall’ospedale a seguito dell’infortunio di domenica scorsa a Foggia. Nel corso della gara  è stato applaudito dai tifosi rossoblu e acclamato  dal gruppo “Canosa Ultras” che ha anche  ricordato con uno striscione “Gabbo vive” il quinto anniversario della morte del  tifoso laziale Gabriele Sandri.

Domenica prossima il Canosa sarà impegnato fuori casa contro la Sanseverese che ha pareggiato a Stornarella mentre il Rocchetta Sant’Antonio ospiterà il Civilis Atletico fanalino di coda in una giornata che designa la Nuova Daunia al comando della classifica.

Bartolo Carbone

 

A. S. D. Canosa  –  Rocchetta Sant’Antonio 2- 0

 

A.S.D.Canosa:De Blasio,Di Gennaro,Ciciriello,Abruzzese,Balducci,Losito,Frezza,Impera, Sanluca (dal 68’Di Noia),Ruscino(dall’85’Fasciano),Quacquarelli(dal 55’Bruno).A disposizione:Conte, Di Muro M., Di Muro S.,Pagano. All.Giuseppe Scaringella

 

Rocchetta Sant’Antonio: Mastropietro, Catenazzo, Di Tuccio, Crisantino, Magliano, Giusto(dal 46’ Corbo), Russo, Ranieri(dal 46’ Feninno S.), Castelli(dall’80’ Telesca), Albenzio, Feninno M. A disposizione: Moriello, Magaldi , Lamatrice,Garruto.All.Antonio Matarangolo

Arbitro: Francesco Fusco  della Sezione di  Brindisi.

Reti: 9’ Sanluca,31’Impera.

Ammoniti:Di Gennaro, Magliano,Ranieri,Bruno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here