Calcio Lega Pro: prima vittoria per l’Andria, quarta sconfitta per il Barletta

0
159

Nel posticipo della 6^ giornata l’Andria agguanta la sua prima vittoria stagionale, battendo la campana Sorrento con il risultato di 1-0. Ma prima di esultare, i tifosi biancoazzurri devono attendere il 93’: grazie all’esperienza del suo giocatore più rappresentativo Riccardo Innocenti, l’Andria smuove la sua classifica e si appresta all’insidiosa trasferta di Benevento con animi più distesi.

Tanta sfortuna, invece, per i ragazzi di mister Bucaro che oggi erano in formazione evidentemente rimaneggiata. A fine partita gli uomini più rappresentativi dell’Andria fanno capolino in sala stampa per esultare l’intraprendenza e la voglia di non mollare mai di questa squadra. Per Riccardo Innocenti autore dell’unica rete al Degli Ulivi: “Questo goal è importantissimo per tutto l’ambiente e per tutta la squadra che in queste prime partite avrebbe meritato di raccogliere di più. Siamo riusciti a creare parecchie occasioni e avremmo sicuramente dovuto segnare prima. Voglio fare i complimenti ai miei compagni che sono stati veramente bravi a lottare su ogni pallone e a crederci sino alla fine”; mister Cosco: “Vincere in questo modo ci da tantissima convinzione e consapevolezza per il futuro. Il Degli Ulivi quest’oggi ci ha dato quella carica e quell’adrenalina giusta per cercare con insistenza la vittoria che è arrivata meritatamente nel finale.”.

Di tutt’altra natura la domenica per il Barletta calcio, sconfitto per la terza volta tra le mura amiche dello stadio Puttilli. Arriva la quarta sconfitta del campionato e biancorossi bloccati con 2 punti in penultima posizione di classifica. Torna a vincere, invece, il Latina dopo il pareggio di Viareggio e lo fa con un perentorio 3-1 che vale la vetta della classifica.

Eppure gli undici pugliesi non erano partiti male: al 3’ e al 7’ Barletta vicino al vantaggio prima con una botta di Dall’Oglio; poi, Barbuti, a tu per tu con il portiere, si lascia ipnotizzare, sprecando la ghiotta occasione. Barletta che non demorde e tiene in mano le redini del gioco sino al 40’, quando dopo avere cercato la rete prima con Ferreira (30’) e, poi, con Dall’Oglio (35’), subisce il gol dell’immeritato svantaggio. Segnatura che porta la firma di Agodirin che soffia la palla alla distratta difesa di casa, entra in area di rigore e dopo uno slalom piazza la palla alla sinistra di Pane.

Il Barletta non riesce a reagire e quattro minuti dopo arriva il raddoppio laziale. Sugli sviluppi di un calcio di punizione, la palla viene stoppata dalla barriera per poi essere colpita con un braccio da Dezi: calcio di rigore. Dal dischetto Tortolanoche con freddezza batte Pane per il 2-0. Prima del riposo c’è l’occasione per il tris, ma Pane si supera, salvando la propria porta da un bolide di Milani. Alla ripresa un Barletta spento lascia al Latina il pallino del gioco. Al 20’ è 0-3: Cottafava di testa. Reazione d’orgoglio degli uomini di mister Novelli che al 26’ accorciano con Lamantia sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Tanta foga per i biancorossi, ma manca ordine e precisione. I pontini addormentano la partita resistendo agli ultimi assalti di un Barletta che rischia di subire anche il quarto gol nel finale. Se per l’Andria la trasferta di Benevento rappresenta un banco di prova, la trasferta umbra in quel di Gubbio sarà per il Barletta quel viaggio che i tifosi sperano non si trasformi nel “viaggio di non ritorno”.
Michele Noviello

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here