New Axia Volley, al PalaBorgia il sogno si fa realtà: è serie D, la Galatea Volley va ko 3-1

0
309

Alle ragazze della Galatea Volley indubbiamente va riconosciuto l’onore delle armi, di fatti le schiacciatrici di Galatone hanno tentato fino all’ultima schiacciata nell’arco delle tre gare di questa seconda fase dei play interprovinciali di volley di Prima Divisione Femminile di cambiare i connotati ad una storia che non prevedeva purtroppo per loro il “vissero felici e contenti” di turno, poiché alla lunga hanno giocato a loro sfavore l’enorme spessore tecnico – nonché la smisurata esperienza delle sue atlete più rappresentative – della squadra del presidente Michele Rizzi, nonché qualche errore di troppo in fase di ricezione nelle fasi cruciali delle tre gare.

Il numeroso e infuocato pubblico del PalaBorgia – superate di gran lunga le 400 presenze – messo il vestito buono della festa aspetta impaziente l’inizio del gran ballo, ma prima c’è da giocare una gara. Nel primo set mister Porcelluzzi schierava il magic trio Giusi Grumo, Marina Miccolis e quindi il capitano Rossella Mastrototaro quali martelli ricevitori, quindi Terry Mastropasqua alla regia nel ruolo di palleggiatrice e il libero Miria Napoletano in ricezione con Cinzia Prezioso nel ruolo di centrale ad arginare con i propri muri le velleità della squadra avversaria. Cosi come da previsioni, le avversarie della Galatea Volley leccatesi le ferite della cocente sconfitta rimediata in gara 2 tornano nella Città della Disfida con diverso piglio cosi come testimonia l’iniziale vantaggio – 3-6 – maturato dopo qualche schiacciata.

Prontamente la premiata ditta Prezioso – Mastrototaro rimette le cose in sesto – 6-6- ma saranno comunque le leccessi a tenere in mano le redini del gioco in questa prima frazione di set riportandosi avanti sin al 6-9. Pareggiati i conti sul 10-10, le “delfine” trascinate dall’indomabile Rossella Mastrotaro costruiscono schiacciata dopo schiacciata i presupposti per mettere le mani sul primo set, anche se la forbice tra le stesse e le avversarie non sarà più larga di quattro lunghezze. Tuttavia le “delfine” nonostante un vantaggio carico di ottimismo  – 23-20 – subiscono il ritorno delle salentine che pareggiano i conti qualche schiacciata dopo, 23-23. Sarà la solita Rossella Mastrototaro – saranno ben 27 i punti messi a referto dal capitano –  acquisito il vantaggio a mettere a segno il punto del 25-23, ventitre minuti dopo l’inizio della contesa che varrà la conquista del primo set per la squadra del presidente Michele Rizzi.

L’iniziale 5-0 con cui le “delfine” aprivano il secondo set dava allo stesso tutti i crismi della formalità, ma le schiacciatrici della Galatea Volley ritrovavano lo smalto necessario per rimettersi in corsa sfiorando l’aggancio sul 11-10, la squadra di casa riprenderà quindi nuovamente il largo per poi subire nuovamente il ritorno delle salentine che pareggiati i conti sul 15-15 si porteranno dunque in vantaggio, vantaggio che manterranno fino alla conquista del secondo set che lo faranno proprio con il punteggio di 23-25.

Tutto da rifare dunque dopo cinquantuno minuti di gioco per la squadra di coach Porcelluzi che subisce il ritorno delle avversarie in grado di annullare l’ottimo inizio delle proprie schiacciatrici.

Nel terzo set la Galatea Volley che non ti aspetti. Di fatti le salentine pur tenendo botta nelle primissime battute fino al punteggio di 6-5, cala vistosamente alla distanza dando al possibilità a Mastrototaro e compagnia la possibilità di dilagare in lungo e in largo. In tal senso importante nel corso della gara gli ingressi di Giuliana Castiglione alternatasi a Terry Mastropasqua in cabina di regia, ma soprattutto l’esperienza di Sara Moschese che ha portato in dote alla mission serie D ben 8 punti. Superlativa altresì la prestazione a muro della centrale Cinzia Prezioso – con ben 13 punti messi a referto – cosi come decisive sono state le schiacciate di Marina Miccolis – con ben 9 punti – e Giusi Grumo. Alla fine servono non meno di venti minuti alle “delfine” per dare alla gara una direzione ben precisa con la conquista del terzo set con il punteggio di 25-14.

Giusto venticinque minuti e poco più dividono la squadra del presidente Michele Rizzi dal sogno D; l’iniziale vantaggio delle salentine gettava una sfarinata di cattivi presagi sul pubblico del PalaBorgia, ma le “delfine” qualche schiacciata più in là – 5-4 – rimettevano le cose in sesto tenendo fino alla fine della contesa tra le mani le sorti del proprio destino. Infatti nel quarto set a grosse linee si rivedeva quanto visto nel primo set, con la squadra di casa sempre in vantaggio e le avversarie dietro a rincorrere e a generare il solito consueto botta e risposta che perdurava fino e non oltre le soglie del 19-19. Finisce qui se vogliamo la gara e con esse i sogni di gloria delle ragazze della Galatea Volley poiché le “delfine” sospinte da un PalaBorgia pronto ad esplodere si avvia inesorabile alla conquista di set, partita e serie D con il punteggio di 25-21.

Fonte: comunicato stampa

Foto: Tommaso Francavilla

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here