Barletta, delibere di Giunta: raccolta “porta a porta”, opere pubbliche e intesa Buzzi Unicem

0
135

Introduzione modalità graduale sistema di raccolta “porta a porta”

A parziale modifica di quanto deliberato con un precedente atto di indirizzo, si articolano in quattro distinti momenti le modalità del sistema di raccolta “porta a porta” dei rifiuti solidi urbani in città, in conformità alla Carta dei Servizi approvata con il Piano Regionale dei Rifiuti. A partire da lunedì 7 aprile la raccolta per la sola frazione umida sta riguardando le utenze non domestiche alimentari presenti sull’intero territorio comunale; da lunedì 19 maggio sono state interessate tutte le utenze presenti nel centro storico e nel quartiere Patalini; dall’8 settembre 2014 il “porta a porta” riguarderà tutte le frazioni per le utenze domestiche e non domestiche della zona Borgovilla. Infine, a partire dal 13 ottobre 2014, il servizio di raccolta interesserà l’intero territorio comunale.

Si intende così dare attento seguito al tempestivo raggiungimento dell’obbiettivo di incremento del 5% della raccolta differenziata che ha consentito di evitare l’ecotassa. Si è tenuto conto dell’esperienza acquisita durante i primi due step della raccolta porta a porta che hanno fatto emergere l’esigenza di un approccio graduale nell’avvio del servizio nei diversi quartieri della città, con caratteristiche molto diverse tra loro che pertanto richiedono un approccio personalizzato con informazioni specifiche all’utenza. Si è anche considerato che i tempi per la consegna dei contenitori e del materiale informativo al resto della città sarebbero esigui e coincidenti con il periodo delle ferie per la maggior parte dei cittadini che potrebbero risultare, quindi, irreperibili. Si è, dunque, preso atto dell’esigenza, posta dalla direzione della Bar.S.A. di modificare il crono programma per l’esecuzione delle successive fasi nell’avvio del servizio porta a porta con un nuovo step ai primi di settembre nel quartiere di Borgovilla, dove il materiale è già stato consegnato, e quindi dal 13 ottobre l’estensione a tutto il territorio comunale, anche perché l’avvio del servizio nei restanti quartieri della città potrà avvenire con la necessaria informazione e anche con il coinvolgimento delle scuole.

Programma triennale delle Opere Pubbliche 2014/2016 ed Elenco Annuale 2014

Sono stati modificati e integrati gli schemi del Programma Triennale dei lavori pubblici 2014/2016 e del relativo aggiornamento annuale, adottati con precedente deliberazione, nelle more dell’approvazione del Programma Triennale da parte del Consiglio Comunale quale allegato al Bilancio. Nello specifico, sono state apportate precisazioni sulle fonti di finanziamento per le opere già inserite nel piano, come la realizzazione di nicchie e loculi cimiteriali per un importo di € 1.350.000; i lavori di abbattimento delle barriere architettoniche del sottopasso pedonale di Via Imbriani  per un importo di € 250.000; due diversi progetti di manutenzione straordinaria di immobili comunali per un importo di € 350.000 e di € 250.000. Sono inoltre stati inseriti l’adeguamento dello Stadio Comunale “C. Puttilli”  per un importo di € 500.000; la riconversione della struttura dell’ex Tribunale distaccato a polo della sicurezza, comprendente l’Ufficio del Giudice di Pace ed il Comando dei Vigili Urbani, per un importo di € 250.000; l’adeguamento dell’impianto elettrico del Cimitero per un importo € 150.000 di cui € 90.000 da finanziare con residui anni pregressi ed € 60.000 con altri fondi (proventi cimiteriali); la manutenzione straordinaria nella scuole degli impianti termici per un importo di € 250.000, di impianti idrici sempre nelle scuole per un importo € 100.000 e di impianti antincendio per un importo € 150.000.

Protocollo d’intesa con la Buzzi Unicem S.p.a.

E’ stato approvato il Protocollo d’intesa tra la Buzzi Unicem S.p.a. e il Comune di Barletta per la fornitura e la messa a dimora di 600 essenze arboree nell’arco di 6 anni, così come previsto dall’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA). L’Amministrazione intende così sostenere iniziative e misure anche complementari, all’interno del territorio comunale per ridurre le emissioni di anidride carbonica in atmosfera e altri fattori inquinanti e contribuire al miglioramento dell’ambiente urbano anche con la gestione diretta della manutenzione di due particolari aree, sul lungomare e nella 167.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here