Andria, Giovani Democratici: «Pd sia promotore della coalizione per le prossime amministrative»

0
188

“I ritardi, le divisioni ed i personalismi che nelle passate elezioni comunali hanno determinato la sconfitta del centro sinistra e che hanno favorito la vittoria del centro destra in Andria non devono riproporsi- si legge nella nota- Come parte del PD e del centro sinistra di Andria avvertiamo però il ritardo rispetto alle elezioni della primavera prossima, per cui sollecitiamo la segreteria del circolo cittadino del Partito Democratico, in quanto primo partito del centro sinistra, di svolgere con urgenza il ruolo di promotore del centro sinistra che gli è proprio.

È importante, sin da ora, senza ulteriori ritardi, delineare il percorso per la composizione della coalizione e stabilire, con gli altri interlocutori, il minimo comune denominatore politico della stessa, con il massimo intento inclusivo e senza pregiudiziali.

Occorre concordare le linee guida di un programma amministrativo che miri al miglior impiego delle risorse finanziare del Comune di Andria, evitando, quindi sia l’accumulo di nuovi debiti più o meno occulti che graveranno sul futuro delle nuove generazioni, sia quelle spese improduttive che servono a produrre solo consenso effimero e, avendo la consapevolezza che nel futuro prossimo le risorse trasferite dallo Stato centrale agli enti locali diminuiranno drasticamente, essere in grado non solo di ridurre la pressione fiscale, ma anche di creare e destinare risorse per elevare al massimo l’efficienza e la capacità dell’amministrazione e dei servizi  per creare le condizioni per  la maggiore competitività dell’offerta del “sistema” pubblico e privato rilancio della città, quale condizione indispensabile per creare nuove opportunità di lavoro, per le persone, e per i giovani in particolare, e per le imprese.

Serve quindi un  rinnovamento culturale della politica e della amministrazione pubblica del terzo millennio che può e deve avvenire solo ad opera dei protagonisti del terzo millennio.

Per questo chiediamo che il PD, nel selezionare le prossime candidature per la sua rappresentanza a livello comunale   voglia dare concretezza a tale domanda di rinnovamento candidando solo coloro che non siano già stati amministratori e consiglieri nel secondo millennio.

Siamo certi che il segretario del circolo cittadino del Partito Democratico si renderà sensibile a tale appello  riunendo subito il coordinamento  per individuare il  percorso condiviso e inclusivo per pervenire ad una coalizione larga, coesa e unitaria nelle scelte elettorali e di amministrazione futura e alla individuazione di un candidato sindaco condiviso e capace di garantire la coesione della coalizione. Un percorso diverso da questo non escluderebbe l’utilizzazione dello strumento delle primarie di coalizione.

Con questo spirito unitario chiediamo al Segretario del PD che è il nostro partito di non attendere oltre l’inizio di questo urgente percorso per creare le condizioni indispensabili per portare il centro sinistra ad amministrare Andria dopo la parentesi (da archiviare) del centro destra”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here