Trinitapoli, maggioranza risponde alle accuse del centrosinistra: volantino “pidocchi e mignatte”

0
193

 “La sinistra è reo confessa: finalmente ammette di aver mangiato la “pagnotta” e causato il fallimento del comune di Trinitapoli a causa degli enormi indebitamenti effettuati nelle passate amministrazioni (22 milioni di euro di mutui più 4 milioni di euro nascosti nel bilancio) –recita il comunicato-. Indebitamenti che secondo loro giustificano la “pagnotta” mangiata avidamente in trent’anni. Pagnotta che allo stesso tempo ha determinato l’enorme condizione d’indebitamento delle casse comunali che questa amministrazione sta risanando con enormi sacrifici, con tagli alla spesa pubblica, riduzioni delle indennità e senza feste e festini di piazza”.

L’accusa è chiara alle gestioni del passato: “Come si fa a dimenticare la “PAGNOTTA” spartita per il premio “Cavalieri di Malta” 1 milione di euro in quattro anni? La FONTANA che appare e scompare a spese dei cittadini (oltre 500 mila euro)? Tutte le opere non complete e gli sprechi degli ultimi trent’anni? I 3,5 milioni di euro per VIALE VITTORIO VENETO CON BAR E NEGOZI CHIUSI? Questi soggetti devono andare a lavorare ed impegnarsi per la città, invece di spendere argomentazioni come la Tares che investono tutti i comuni d’Italia e non solo Trinitapoli! Si sono attaccati all’amministrazione locale per salvare ciò che resta del loro fallimento politico, sono morti miseramente ogni giorno al punto che i propri compagni non li seguono più (basti guardare le presenze durante le loro apparizioni pubbliche)”.

“La vittoria di questa amministrazione sta nel fatto che il clan Tarantino-Brandi-Piccinino-Lamacchia commette un autogol incredibile quando paragona 30 anni di amministrazioni di sinistra con soli 3 anni di amministrazioni di centrodestra.

Sono stati disintegrati dall’amministrazione di Feo sin dalla campagna elettorale e che continuano a far perdere consensi e credibilità per gli argomenti puerili e insensati che propongono e su come si pongono. La loro sterile opposizione? Mai una proposta, mai un progetto alternativo, solo banali e demagogiche illazioni!”.

Questa amministrazione ha salvato la città dal dissesto, anche contro di loro, e solo questo basterebbe per rieleggere questa compagine amministrativa che ha terminato, inoltre, le opere pubbliche lasciate incomplete e ne ha avviato delle nuove garantendo, di questi tempi, i servizi pubblici essenziali.

Senza la possibilità di contrarre mutui, quindi senza la capacità di poter indebitare le future generazioni, questa amministrazione ha ottenuto finanziamenti in conto capitale per 800 MILA euro per la scuola Don Milani, 700mila euro per un CENTRO PER L’INFANZIA, 248mila euro per il progetto IO GIOCO LEGALE, 250mila euro per il COMPLETAMENTO dell’ASILO NIDO E per una nuova LUDOTECA, 50mila euro la RIGENERAZIONE della PINETA, 600mila euro per il II STRALCIO DI PIAZZA S.STEFANO.

Questa amministrazione ha iniziato e terminato i lavori nella Zona Industriale con il cofinanziamento di 300mila euro attinto dal bilancio comunale. Questa amministrazione è riuscita dopo anni di promesse ad avviare e consegnare le prime abitazioni nel QUARTIERE UNRRA CASAS. Questa amministrazione ha trovato 190mila euro di fondi comunali per l’efficientamento dell’ASILO Agazzi.

Questa amministrazione ha azzerato le spese di rappresentanza, ha ridotto le indennità e creato buone politiche legate al risparmio, come la riduzione del consumo energetico della Città del 30%.

Questa amministrazione farà il bonus fiscale come promesso per andare incontro alle aziende che sono in difficoltà. Questa amministrazione ha creato i presupposti per dare 100 posti di lavoro con il progetto AGRIMPERIALE.

Forza Italia a Trinitapoli rappresenta la gente onesta, sana e produttiva del paese che ama questa città e che crede che le forze moderate possano dare un futuro alle nuove generazioni. Le loro sono parole, i nostri sono FATTI!”.

Michele Mininni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here