Canosa di Puglia, l’eurodeputato Silvestris ha incontrato i cittadini: grande sostegno all’agricoltura

0
153

Particolarmente emozionato nel ritrovarsi tra gli amici di Canosa, di lungo corso politico e militanza nel Movimento Sociale e poi Alleanza Nazionale, leuroparlamentare biscegliese ha esordito ringraziando gli intervenuti e proseguendo nel suo discorso ha motivato la scelta che lo ha portato a far parte della Commissione agricoltura: “A Bruxelles avrei potuto scegliere di far parte della commissione sanità visti i miei studi oppure quella del mercato interno o altre ancora, ma invece ho scelto la commissione agricoltura quale frontiera d’impegno proprio per rimanere vicino alla mia gente e per poter continuare ad essere al vostro fianco. Così facendo infatti ho potuto lottare per il sud, ad incominciare dalla rettifica della Politica Agricola Comune, facendo in modo che si avesse una politica agricola comune più equa e che non mietesse vittime nel mezzogiorno a favore della Germania. Per me difendere l’agricoltura è significato difendere “la grande bellezza italiana”, quella al centro della discussione dovunque al mondo si vada. Lottando in questa maniera giorno dopo giorno tra Bruxelles e Strasburgo ho cercato di dare futuro e lavoro alle sei regionali meridionali che mi hanno eletto poiché qui non c’è famiglia che non abbia un piede nell’agricoltura”.

L’onorevole Sergio Paolo Francesco Silvestris (41 anni), laureato in Farmacia, fu eletto alle elezioni europee del 2009 con 103.083 preferenze nella circoscrizione Meridionale nelle file del Popolo della Libertà. L’impegno integerrimo e la costanza nei lavori svolti Parlamento Europeo sono anche documentati dalle graduatorie pubblicate negli ultimi mesi che lo collocano sul gradino più alto del podio degli europarlamentari italiani, con il 98% delle presenze e al settimo posto assoluto della classifica generale su 766 deputati provenienti dai 28 Paesi membri. Una carriera politica intrapresa non ancora maggiorenne quando faceva già parte del Fronte della Gioventù, il movimento dei giovani missini impegnato a 360° nei volantinaggi, affissioni di manifesti e nei comizi, la prima palestra per l’inizio della mission politica. Nel 1995, a soli 21 anni, è eletto per la prima volta Consigliere comunale a Bisceglie, nel 2000 con ben 8.173 preferenze è eletto Consigliere alla Regione Puglia, risultando il più giovane tra tutti i Consiglieri regionali di Alleanza Nazionale in Italia.  Nella settima legislatura regionale ricopre l’incarico di Presidente della Commissione Sanità e Servizi Sociali, oltre a farsi promotore di numerose mozioni, interrogazioni e proposte di legge, miranti ad un coinvolgimento dei giovani nella vita regionale ed alla promozione della cultura e dei valori della famiglia. Tra queste, si ricorda la legge quadro sulla famiglia, con importanti interventi a sostegno delle giovani coppie e per la tutela della vita, presentata dallo stesso Silvestris al Santo Padre Giovanni Paolo II, o quella sui Servizi Sociali, in grado, per la prima volta, di fornire certezze e risorse al terzo settore. Costante e leale sarà la sua collaborazione al fianco del Presidente della Regione Raffaele Fitto, cui si legherà negli anni con un rapporto di sincera amicizia.

Nel 2005 è rieletto in Consiglio regionale, consacrato da un autentico plebiscito: oltre 19mila voti, divisi tra i collegi provinciali di Bari e BAT, che fanno di Silvestris uno dei più suffragati in Puglia. Nel corso di questa legislatura, siede tra i banchi dell’opposizione, contestando in maniera netta e decisa  il Presidente Vendola ed il Governo regionale delle tasse, servite per coprire gli sperperi della Sanità. Con tutti gli altri Consiglieri del PDL, si schiera apertamente contro la legge, voluta da Vendola, con cui si è cercato di equiparare giuridicamente le coppie di fatto, ivi comprese quelle omosessuali, alle famiglie, sottraendo così importanti risorse alle politiche di sostegno alle istituzioni familiari.

« In questi cinque anni – conclude l’europarlamentare Sergio Silvestrisho difeso i valori della nostra società, delle nostre donne e delle nostre famiglie; ho lottato per la nostra economia, per la difesa delle nostre frontiere e per la valorizzazione del Made in Italy. Insieme abbiamo modificato la Politica Agricola Comune dell’Unione Europea, portando la voce di migliaia di agricoltori della mia terra, del sud Italia, che tanto lavora per l’affermazione della qualità del nostro olio, del nostro vino e dei nostri prodotti tipici ». Consensi e applausi per l’onorevole Sergio Silvestris che al termine dell’incontro ha salutato tutti i presenti.

Fonte: comunicato stampa

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here