Andria, lavori Parco Ursi: precisazioni del consigliere Lullo (Andria 2010)

0
203

“L’Amministrazione Comunale di Andria ha ottenuto dalla Regione Puglia un finanziamento pari a € 400.000,00 mediante Programma Operativo FESR 2007-2013 relativamente al “Bando per il finanziamento, in favore di comuni pugliesi, di opere di urbanizzazione primaria e secondaria nell’ambito di insediamenti di edilizia residenziale pubblica”, classificandosi 14° su 96 comuni partecipanti.

Le opere riguardano i lavori di riqualificazione e completamento del Parco intitolato al “Cardinale Ursi” in via Aldo Moro ed interventi di miglioramento della viabilità attraverso un rondò tra via Ceruti e via Mattia Preti.

Il progetto di completamento del parco prevede, oltre alla sistemazione della viabilità interna del parco stesso, la realizzazione di una serie di zone multifunzionali nel rispetto del luogo e dell’ambiente: aree verdi, aree per piccoli eventi, aree attrezzate anche con giochi per i diversamente abili, aree verdi specifiche per i cani e, quindi, la realizzazione di servizi ed infrastrutture di accoglienza.

Ricordo, a me stesso in primis e, a qualcuno che nei giorni scorsi ha volutamente a messo in giro notizie non vere, che nel Parco Ursi mancavano i servizi igienici, avevano dimenticato l’ impianto irriguo, illuminazione era carente ed giochi per bimbi non completamente rispondenti alle norme per la sicurezza. Con i lavori che si andranno ad effettuare, verranno inseriti i giochi per i bimbi diversabili e resi sicuri i gli altri già esistenti.

Per quanto riguarda gli interventi di miglioramento della viabilità, l’utilizzazione di un rondò tra via Ceruti e via Mattia Preti consentirà di trasformare gli attraversamenti in manovre di scambio e così ridurre il rischio di eventuali incidenti, dato che una rotatoria realizzata rispettando gli standard normativi e di conformità tra elementi geometrici offre la concreta possibilità di ridurre il tasso previsto di incidentalità.

Perché i lavori sono sospesi? Questa è la domanda che tutti si chiedono, ma bastava chiederlo alle persone competenti ed avrebbero trovato una puntuale risposta.

I lavori sono stati volutamente sospesi dal settore lavori pubblici nonché dal direttore dei lavori in data 13/02/2014 per apportare migliorie nel progetto iniziale “senza aggravio di costi” come per esempio l’illuminazione con pannelli fotovoltaici, il corretto posizionamento dei servizi igienici per poter avere una migliore funzionalità e non ultima l’impianto irriguo mentre per il rondò di via Ceruti ang. Via Mattia Preti sono state apportate modifiche per evitare di andare a modificare il tracciato della pista ciclabile. La perizia di variante comporta tempi più lunghi poiché essendo un finanziamento regionale e sottolineo regionale, visto che qualcuno continua ad “insinuare” che i lavori sono stati sospesi per mancanza fondi, necessita del vaglio regionale. Oggi è possibile scrivere con certezza che in data 04/06/2014 sarà firmata la perizia di variante e subito dopo riprenderanno i lavori del parco che avranno durata di circa 40 giorni fatti salvi imprevisti.

Il sottoscritto si sta adoperando, assieme all’assessore Pierpaolo Matera ed il settore tutto, affinché si possa eventualmente recintare la parte del parco interessata all’ammodernamento lasciando fruibile, ai tanti frequentatori del parco, la restante parte, proprio per poter andare incontro alle esigenze dei cittadini. Se il direttore dei lavori lo riterrà possibile, a breve sarà resa fruibile l’altra parte per la gioia dei piccoli e non.

Ancora una volta questa Amministrazione dimostra efficienza e lungimiranza oltre che una grande capacità di intercettare finanziamenti esterni, in un momento di pesanti e generali difficoltà economiche”, conclude la nota.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here