Barletta e la crisi politica, Michele Rizzi (Pdac): «Solita sceneggiatura»

0
160

E’ il commento di Michele Rizzi, coordinatore regionale di Alternativa Comunista, che prosegue: ” Direi che si assiste ad un film ormai noto. Infatti cambiano gli attori, ma rimane la stessa sceneggiatura. Cascella aveva vinto facendo sperare ad un cambiamento sociale, tra star televisive, attori ed ex e neo Presidenti del Consiglio. Molti buontemponi credevano che questa sfilata di star televisive avrebbero portato ricchezza e lavoro nella nostra città di provincia.
Invece, la realtà supera la virtualità. La realtà è che questa amministrazione di centrosinistra sta facendo pagare 10 milioni di euro di debiti fatti dalla sua classe politica a pensionati, lavoratori e piccoli commercianti con gli aumenti di Tares e Iperf comunale, il tutto mentre chiudono ogni giorno attività e negozi schiacciati da crisi e tasse e tanti lavoratori sono in cassa integrazione, senza lavoro e sono costretti ad emigrare. Mentre si prepara lo spezzettamento della Bar.sa, con appalti a servizi in attivo che da Bar.sa passano a società che precarizzano i lavoratori (come i servizi cimiteriali e poi per gli altri) e la svendita degli immobili comunali ai palazzinari.

Riteniamo che questi consigli comunali, con le loro scaramucce vere o di facciata, siano soltanto l’effetto di una crisi economica capitalista pesantissima, alla quale il governo di questa città da il suo contributo con la stangata di tasse che si è riversata su pensioni, salari e sulle tasche di molti piccoli commercianti barlettani”, conclude la nota.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here