Italia dei Valori, conclusi congressi in Puglia

0
83

“Esso afferma la sua collocazione tra i valori di sinistra, oggi completamente dimenticati. Sono i cittadini a subire soprattutto, il carico di ristrettezze, per la pressione fiscale, la perdita di lavoro, la chiusura di servizi pubblici, creando enormi disagi alla comunità!

Come donne, nel ruolo di coordinatore  Regionale, insieme alle neo elette, coord. prov. Bari: Anna Raimondo Bat: Sabina Selvarolo Foggia: Paola De Lenart Bolco, attendendo che anche Lecce e Taranto esprimano una loro rappresentante, sentiamo il dovere di contribuire, in ogni modo possibile, ad affermare i diritti negati, per ristabilire il senso di giustizia ed equità sociale.

Le tematiche di genere avranno un’attenzione particolare: le “Unioni Di Fatto” aspettano da tempo una regolamentazione legale che uno Stato civile non può più negare; La “Tutela dei Minori” valorizzando gli strumenti di crescita, in quanto titolari di diritti individuali e sociali; La Scuola e la Sanità pubblica per avere un cittadino “sano” nella mente e nel corpo; La “Violenza alle Donne”, per la quale da poco è stato approvato,il reato di “FEMMINICIDIO” nelle sue diverse forme.

E’ su questo argomento che L’IDV e le donne che ne fanno parte, aderiscono all’iniziativa del 25 novembre 2013 per sensibilizzare e stimolare la comunità in cui viviamo. Quel giorno nei luoghi di lavoro o nelle case, ci fermeremo per qualche minuto, indosseremo o appenderemo un indumento o drappo rosso, che indicherà l’energia comune, quella che farà uscire dal silenzio, le offese delle violenze che le donne hanno subito, senza sentirsi in colpa o vergognarsi. La data dell’iniziativa è stata decisa dall’Assemblea delle Nazioni Unite,nel 1999. Lungo e faticoso sarà il cammino, ma ci dobbiamo credere”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here