Andria, Grumo (Pdl): «Proseguono le opere di riqualificazione»

0
109

“Una visione più organica e completa della città, a partire dalla riqualificazione delle periferie e dalle opere pubbliche terminate o in itinere, sino ad arrivare ad un centro cittadino pedonale più vivibile.

Come non evidenziare un approccio diverso, ad esempio anche in riferimento alle attività sportive dei più giovani. Parlo della copertura e del riutilizzo funzionale della pista di pattinaggio su Corso Italia, che consentirà di praticare numerosi sport quali calcio a 5, pallamano, pallavolo e pallacanestro. L’intento dell’Amministrazione era quello di riutilizzare una struttura che versava, da troppo tempo, in condizioni di degrado, andando incontro alle richieste provenienti da numerose associazioni sportive cittadine.

Ed ancora la realizzazione di un campo polivalente coperto nel quartiere San Valentino, ormai quasi ultimato. Un impianto sportivo, utile al quartiere ma anche all’intera città, ubicato tra via Castellana Grotte e via Putignano che avrà una tensostruttura che conterrà un campo sportivo polivalente, nel quale tanti ragazzi avranno la possibilità di impiegare il loro tempo libero in attività educative e ricreative.

Quindi, grande attenzione questa Amministrazione la sta destinando al sociale, con la creazione di due strutture socio-assistenziali: la comunità socio-riabilitativa “Dopo di Noi” all’interno della Villa Comunale “Marano” ed un centro antiviolenza in Piazza Sant’Agostino.

Da un lato la città si doterà di una comunità residenziale per soggetti in situazione di handicap fisico, intellettivo e sensoriale, privi del sostegno familiare o per coloro i quali è resa impossibile la permanenza con la propria famiglia, attraverso un servizio quotidiano, mentre dall’altro lato avremo interventi di mediazione e consulenza familiare con il compito di raccogliere segnalazioni di violenza su donne e minori, così da intervenire sui casi proposti.

La città sta cambiando volto in tante direzioni grazie ad adeguate infrastrutture e ad una maggiore vivibilità. La strada tracciata è quella giusta, non bisogna fare passi indietro ma fare tutti invece, collettivamente, un ulteriore sforzo perché Andria diventi, ancor più consapevolmente, una città moderna e proiettata nel futuro”, conclude la nota.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here