Bisceglie, servizio mensa scolastica inattivo. Spina (Pdl): «L’Amministrazione non risponde»

0
98

“Con la mia nota del 17 ottobre scorso  ho asetticamente segnalato una incontestabile situazione di fatto: alla data odierna  il servizio mensa per gli alunni del III circolo didattico di Bisceglie che hanno optato per il tempo pieno E’ ANCORA INATTIVO. Di conseguenza,  senza spirito polemico, ho semplicemente domandato all’Amministrazione in carica di conoscere le ragioni del ritardo, e sino ad oggi sul punto  non ho ricevuto alcuna risposta”, dichiara Tonia Spina.

“L’assessore alla istruzione Vittoria Sasso si fa carico di intervenire nella questione ma non fornisce alcuna risposta alla domanda né spiegazioni in merito; al più suggerisce alla istituzione scolastica, per quanto leggo nella nota di risposta, di pagarselo in proprio.

Indipendentemente da qualsivoglia disciplina contrattuale nessuno può negare che, negli anni passati, il servizio in discorso e quello di mensa nella scuola dell’infanzia sono partiti contemporaneamente. Se i fondi erano gli stessi dal 2010, ed il servizio mensa negli ultimi 5 anni è stato regolarmente erogato, cosa è cambiato quest’anno? Ed anche ammesso che ci fossero stati problemi in passato (ma questo non risulta) un amministrazione attenta dovrebbe farsi carico di risolvere i problemi.

Ringrazio l’assessore Vittoria Sasso, per avermi riconosciuta come autorevole esponente della passata amministrazione, e voglio ricambiare la sua stima, proprio per questo suggerendo ai nuovi assessori di prendere a modello della loro attività amministrativa  solo gli  autorevoli amministratori del passato che avevano quale unica mira il bene della collettività e che si dedicavano in tutta umiltà al servizio della cittadinanza.

Per quanto mi riguarda, chiunque mi conosce sa che rifuggo da qualunque sterile demagogia, e che ho sempre rispettato e rispetto la dignità dei miei antagonisti politici, anche dei meno meritevoli, ferma nella convinzione che comunque la verità viene a galla e che, in ogni caso i cittadini sono in grado di distinguere il grano dal loglio”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here