Barletta, delibere di Giunta: nicchie funerarie, servizio civile, diritto di asilo e Tares

0
96

Nicchie funerarie nel cimitero comunale

Considerata la carenza di loculi cimiteriali da lungo tempo, la Giunta ha approvato la progettazione preliminare dei lavori di realizzazione di 1160 nicchie funerarie nella zona nord-ovest del cimitero di Barletta.

Servizio civile nazionale su base volontaria

Il Comune di Barletta avanzerà alla Regione Puglia la domanda di iscrizione all’Albo del Servizio civile nazionale della Regione nella categoria che raggruppa gli enti che gestiscono da 6 a 25 sedi di attuazione di progetto. Il Comune può garantire, nell’ambito dei settori di intervento dei progetti di Servizio civile nazionale (assistenza, ambiente, educazione e promozione culturale, patrimonio artistico e culturale, Protezione Civile), nove sedi di attuazione dei progetti, ciascuna delle quali con un operatore locale che svolga il ruolo di coordinatore per assicurare una gestione efficiente ed efficace del servizio volontario.

 

Nel Piano Sociale di Zona il diritto di asilo

L’Amministrazione comunale, attenta ai problemi dell’immigrazione, conferma il suo impegno, espresso sin dal 2004, nel Progetto “Un Rifugio Barletta” finanziato dal “Fondo nazionale per le Politiche e i servizi dell’Asilo (F.N.P.S.A.)” del Ministero dell’Interno – Dipartimento per le Libertà Civili e immigrazione. Il rinnovo della candidatura al progetto “Un rifugio a Barletta” potrà consentire di usufruire dei fondi messi a disposizione dal Ministero dell’Interno. Il progetto potrebbe consentire l’accoglienza di 15 persone straniere: uomini, donne e donne sole con bambini, avviate dal Servizio Centrale del Sistema di Protezione dei Richiedenti Asilo e dei Rifugiati. Le attività di accoglienza, tutela e integrazione dei destinatari del progetto potranno avvalersi del sostegno di organismi istituzionali, enti di formazione e associazioni di volontariato presenti sul territorio comunale e regionale.

 

Regolamento per il Tributo sui Rifiuti e sui Servizi (TARES) e tariffe 2013

La Giunta ha approvato – nei termini e secondo quanto previsto dal Decreto “Salva Italia”  D.L. 201/2011 – lo schema di regolamento per l’applicazione del Tributo comunale sui Rifiuti e Servizi (TARES) disponendone il deposito per 15 giorni presso l’Ufficio di Segreteria del Comune con la contestuale pubblicazione sul sito istituzionale. Lo schema di regolamento individua anche le condizioni necessarie per poter accedere alle riduzioni previste per legge e alle ulteriori agevolazioni concesse dal Comune. E’ stato inoltre approvato – attraverso l’applicazione della TARES così come previsto dal Decreto “Salva Italia” D.L. 201/2011- il piano delle tariffe per l’anno 2013, determinate con l’applicazione del metodo normalizzato e necessarie a garantire la copertura integrale del costo del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here