Trinitapoli, direttivo Pdl: «Nessun attacco alla maggioranza, solo mediazione su divergenze»

0
128

La discussione doveva restare all’interno del direttivo, dove due posizioni erano contrastanti sul modo di agire politicamente, ma da parte dell’intero direttivo sicuramente non è mai venuta meno la fiducia nell’operato dell’amministrazione comunale. “Vogliamo precisare che il nostro rapporto di fiducia con il vicesindaco Andrea Minervino è ben saldo –hanno proseguito Tattoli e Ivone-. Nella lettera non è assolutamente fatto alcun riferimento a lui e quello che è venuto fuori dalle interpretazioni di qualche perditempo sono valutazioni che non appartengono alla realtà. Non c’entra anche Nino Marmo, coinvolto strumentalmente anche lui in una discussione locale e che doveva restare all’interno del partito. Questi giochi non li accettiamo e non vogliamo che siano fatti sulla nostra pelle e su quella dei nostri riferimenti politici. Noi volevamo riportare la serenità nel partito, siamo perché il centrodestra continui ad amministrare Trinitapoli.

Quello che è successo lo riteniamo assurdo e grave, a dimostrazione che esiste una stampa faziosa e di parte, che gioca sporco e inventa storie assurde per mettere in cattiva luce l’amministrazione e il nostro partito. Oltre al fatto che ci sono detrattori dietro le quinte, che continuano a giocare con personaggi sinistri del passato e che puntano a fare caciara per favorire lo sfascio”.

Michele Mininni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here