Regione Puglia, 5 milioni per liquidazioni consiglieri. Rizzi (Pdac): «Fondo regionale per reddito sociale»

1
228

“E’ vero che una nuova legge ha cancellato vitalizi e liquidazioni, però tutto il pregresso (fino al 31 dicembre) è sempre un macigno che arricchisce i politici di centrodestra e centrosinistra che ne hanno fatto richiesta. Si vedono cifre che vanno dagli oltre 500.000 euro fino al minimo di 67.000 euro a consigliere (o assessore esterno) che non c’entrano con l’indennità di mandato o di funzionamento di ufficio (che sono altre somme)”, prosegue la nota.

“Con Alternativa comunista siamo impegnati da anni per l’istituzione di un reddito sociale per disoccupati in Puglia, con raccolte di firme di rappresentanti di lotte in tutta la Regione a cui Vendola e il centrosinistra pugliese non ha mai dato risposta. A tal fine, riteniamo che sia importante che i 5,6 milioni di euro siano devoluti in un fondo regionale per il reddito sociale per disoccupati quale primo passo verso la sua istituzione. La nostra proposta è chiara. Vedremo se sarà altrettanto chiara la volontà di consiglieri ed assessori esterni di rinunciare a questo ulteriore esborso di soldi pubblici”.

 

1 COMMENTO

  1. Nel giugno 1970 durante l’approvazione della legge istitutiva delle regioni nell’aula del parlamento l’on. Almirante(MSI-Destra -nazionale) ebbe a pronunciare (atti del parlamento) la seguente frase:”Le regioni saranno una bomba ad orologeria, e quando scoppieranno faranno più danni del Vajont.” Parole profetiche?! Ricordiamo tutti o quasi che la tragedia della diga del Vajont avvenuta nel 1966 fece e continua a parlare di sè per i danni causati alla comunità nazionale. Voglio ricordare che con la legge n. 1/2012 di modifica costituzionale degli art. 81, 97, 117 e 119 della Costit., le regioni non avranno più competenza in materia di bilancio della sanità, che da sola assorbe l’80% delle risorse, quindi le regioni non servono a niente solo ad ingigantire l’apparato burocratico-amministrativo. Ricordo anche che le regioni ci costano oltre 200 miliardi di euro l’anno, che risparmio se spariscono!!! Altro che IMU, TARES, IRAP,IRES, ecc, ecc. Voglio ricordare, inoltre, che nel trattato di Lisbona, vero killer della democrazia, è previsto nel TFUE(trattato di funzionamento) il comitato economico-sociale(associazioni, imprenditori, professioni,..) all’ art. 300 e subito dopo il comitato delle regioni art. 305, quindi dov’è il contrappeso dei cittadini?!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here