Trinitapoli, rinvio Consiglio comunale. Peschechera: «Momento difficile, no alle polemiche»

0
161

Il rinvio era da considerarsi prevedibile visto che anche la Commissione Affari generali del 1° luglio, che doveva portare in discussione il piano di rientro, era stata rinviata per la mancanza di alcuni dati, richiesti espressamente in una nota congiunta dal sindaco Francesco di Feo e dall’assessore Nicoletta Ortix. Lo stesso presidente della commissione, Ludovico Peschechera, ha stigmatizzato in una nota il comportamento della minoranza rispetto alle accuse rivoltegli dopo la commissione.

“I rappresentanti delle opposizioni continuano con ipocrisia, trincerandosi dietro un presunto mancato rispetto degli organi istituzionali, ad offendermi –ha esordito Peschechera-. Approfittando della grave situazione economico-finanziaria dell’ente per tornaconto di piccolo cabotaggio politico. È falso quanto dichiarato dai capigruppo della minoranza che io abbia chiesto agli altri componenti di maggioranza di astenersi dal presenziare alla commissione del 1 luglio. È vero, invece, che le scorse sedute degli affari generali sono andate deserte per indisponibilità acclarata dei componenti stessi della commissione”.

All’interno della nota di Peschechera le motivazioni dell’assenza dei consiglieri di maggioranza e di conseguenza anche del rinvio tecnico del consiglio comunale alla seconda seduta.
L’ultima seduta della commissione è andata deserta perché non erano ancora definitivi i dati allegati alla bozza del piano di rientro, protocollato dagli uffici negli scorsi giorni –prosegue il presidente Peschechera nella nota-. Nella mattinata del 1 luglio il sindaco e l’assessore alle finanze avevano protocollato due lettere per richiedere ulteriori informazioni rispetto alle misure correttive da adottare per il piano di rientro e ai dati relativi ai fondi vincolati. Dati fondamentali per il completamento del piano di rientro, ufficializzati solo nelle ultime ore dagli uffici. Tutto questo ha portato lo slittamento della discussione in commissione e il conseguente rinvio del consiglio comunale alla seconda seduta prevista per giovedì 4 luglio 2013 alle 18. In questo momento così difficile rigettiamo con forza ogni polemica o strumentalizzazione”.

 

 

Michele Mininni

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here