Trinitapoli, Pdl replica a Sel: «Volgarità, attacchi ingiusti al sindaco»

1
185

 Sottomessi per incapacità e poca credibilità! Da nemici giurati nel passato a scendiletto nel presente. Che strano destino!! Sorprende l’ardore col quale Sel oggi difenda posizioni che nel passato ha contrastato pesantemente e alle quali si è opposta con grande fermezza. Complimenti per la coerenza!!!! Con questo modo di fare hanno bruciato il ruolo dei propri consiglieri comunali e distrutto in una serata il progetto “Vie Nuove”, per tornare a tifare per un passato che è stato dannoso e pericoloso per Trinitapoli (lo dicevano loro nel 2006 e noi lo ribadiamo con forza oggi). Colpisce la volgarità con cui si stilano manifesti in cui si attacca la persona del Sindaco, a cui va la solidarietà di tutto il partito.

Le stupidità sollevate nel monologo di domenica (altro che confronto), le omissioni di fatti gravi (QUESTIONE GEMA, DEBITI FUORI BILANCIO, CONVENZIONI CLIENTELARI E MUTUI ILLEGITTIMI) e le soluzioni ridicole (QUESTIONE IMMONDIZIA NEL PIANO DI RIENTRO), dimostrano la pochezza di gente che non ha più nulla da dire al presente, che con grande spudoratezza cavalca la crisi per trovare una ribalta personale. Ma tra gli sfiduciati, gli scendiletto del presente qualcuno ricorderà di aver accusato di peculato l’ex sindaco per aver utilizzato l’auto comunale per scopi personali?

No, anche questa è una menzogna, come le altre… Storie inventate?”.

Michele Mininni

1 COMMENTO

  1. La volgarità di alcuni comunicati del PDL ci lascia davvero stupiti.
    In totale mancanza di argomentazioni si preferisce far ricorso ad insulti e attacchi alle passate amministrazioni. Ma con quale coraggio? Il confronto con il passato lo avete già perso nel momento in cui il vostro Sindaco non si è presentato al confronto pubblico con Barisciano. Il confronto con il passatolo avete già perso dal momento in cui non riuscite più a pagare gli stipendi dei dipendenti comunali. Ma non vi vergognate nemmeno un po’?
    Noi non retrocediamo di un passo e piuttosto che guardare indietro, guardiamo avanti a testa alta e vi chiediamo: è vero o non è vero che i dipendenti comunali sono ancora in attesa di stipendio da quasi un mese? quando e come intendente risolvere questa situazione che, prima ancora che una lotta per un diritto, è una questione di dignità umana? è vero o non è vero che esistono aziende che sono in attesa di ricevere il proprio compenso da mesi nonostante per lavori già svolti? e che esistono azioni giudiziarie nei confronti dell’ente per il recupero delle somme dovute alle imprese?
    è vero o non è vero che avete presentato un piano di rientro basato esclusivamente sulla svendita del patrimonio comunale e sull’innalzamento delle tasse per i cittadini?
    Quale è la differenza tra le vostre soluzioni e quelle di un commissario liquidatore? Quali azioni di contenimento della spesa avete previsto? e quali azioni avete già attuato?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here