Bisceglie, l’on. Silvestris si fa da parte: «Dopo la sconfitta, ripartire con una nuova classe dirigente»

0
127

“La domanda che ci dobbiamo porre – prosegue il parlamentare europeo – è la seguente: come può fare il centrodestra a tornare a vincere, a catalizzare il voto di tutti gli elettori che non ci hanno accompagnati? Evidentemente una ventata di gente nuova che spontaneamente e liberamente ha scelto di candidarsi nelle nostre liste; far finta che nulla sia successo sarebbe un passo falso. E quindi è necessaria un’analisi attenta e profonda: se oggi non capissimo subito che bisogna riorganizzarci e partire da basi diverse da quelle attuali, disperderemmo e vanificheremmo anche questo patrimonio di novità, concretezza ed entusiasmo che ha caratterizzato la nostra campagna elettorale, i nostri candidati e le nostre liste”.

“Il voto dunque – conclude l’On. Silvestris – è anche stata l’occasione per mandare un messaggio alla classe dirigente attuale e la mia personale conclusione si traduce in una spinta verso il rinnovamento: persone nuove, con un linguaggio nuovo, magari anche con idee che noi non siamo in grado di pensare o attuare. Per questo si rende necessario un mio passo a lato: voglio mettermi da parte, senza disimpegnarmi, ma restando nel partito per dare un apporto di esperienza e capacità alla nuova classe dirigente che deve fare opposizione a questa Amministrazione. Non possiamo aspettare che le questioni siano risolte da altri o dall’alto: sarebbe auspicabile un maggiore dinamismo, anche anticipando i temi, per rilanciare il centrodestra e rimetterlo sui binari della vittoria. Persone nuove e che vengono da esperienze diverse possano portare novità e diversità all’interno del partito a consegno queste mie riflessioni”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here