Bisceglie, Silvestris con Casella: «Vogliamo Bisceglie da cartolina». Intanto atti vandalici al Dolmen La Chianca

0
148

Il palco di Piazza San Francesco si è trasformato in un autentico salotto, dove il candidato Sindaco Gianni Casella e il parlamentare europeo On. Sergio Silvestris hanno conversato e spiegato al folto pubblico tutti i punti del programma: “Questa serata non basterà – dichiara dal palco l’On. Sergio Silvestris – per spiegare a fondo tutto il nostro programma, ma abbiamo preparato una presentazione per esporlo il più chiaramente possibile”.

“Con il vostro sostegno – prosegue il parlamentare europeo – vogliamo trasformare Bisceglie: la vogliamo riportare ai tempi di Umberto Paternostro, primo Sindaco di Bisceglie, che la ha elevata a città da cartolina. Vogliamo rilanciare turisticamente Bisceglie che, con un camping che attualmente non ha uno sbocco imprenditoriale serio e con i tanti monumenti nel Centro Storico e nell’agro maltrattati dall’incuria dell’uomo e del tempo, ha grandi possibilità e una sola certezza: Gianni Casella e il centrodestra manterranno gli impegni che abbiamo scritto nel programma”.

“Il sostegno di tutti i nostri meravigliosi candidati e il calore dei cittadini si fanno sentire: siamo orgogliosi di guidare un’Amministrazione di una Città così splendida – ha affermato il candidato Sindaco Gianni Casella –. Mentre altri si divertivano sui palchi a lanciare ingiurie ed offese, e continuano a farlo, noi abbiamo preferito incontrare le associazioni ed i cittadini, e scrivere con loro il programma per il futuro di Bisceglie. Quello stesso programma che questa sera abbiamo illustrato, con slides e foto della città che verrà. I cittadini – ha poi concluso Casella – sono stanchi della politica che litiga e che si offende; preferiscono fatti concreti e noi cercheremo di realizzarli”.

Intanto, in attesa del rilancio turistico della città, si registrano ancora atti vandalici nei confronti del Dolmen La Chianca di Bisceglie. A darne notizia su alcuni organi di stampa l’Associazione Puglia Scoperta. Anche su questo argomento è intervenuto il candidato Sindaco di centrodestra Gianni Casella.

“Ancora una volta ci ritroviamo a dover commentare atti vandalici nei confronti dello storico monumento cittadino – ha commentato Casella -. Un atto vile ed ignobile, davanti al quale non possiamo che esprimere delusione e dispiacere. Non è più possibile che il luogo simbolo per eccellenza della nostra città venga deturpato alla prima occasione utile. Maltrattare il Dolmen è sinonimo di grande stupidità”.

Il recupero della memoria storica e dei monumenti più importanti della città è uno dei punti prioritari del programma di centrodestra.

“E’ necessario tutelare e rilanciare il nostro patrimonio culturale ed archeologico, riportando la memoria storica al centro della vita culturale biscegliese – ha aggiunto il candidato Sindaco Casella -. Il Dolmen va protetto, circondato da una recinzione seria ed alta, con una guardiola ed un custode. Non è possibile che ad ogni Pasquetta, ogni Primo Maggio, ogni domenica, chiunque si possa sedere sopra, possa scrivere sulle pietre con lo spray o rovinare lastroni che sono durati quattro millenni. Mai come nell’ultimo decennio il Dolmen La Chianca ha subito un tale stato di abbandono. Il Comune deve farsi carico di recuperarlo e valorizzarlo”.

“E poi ci sono i casali – prosegue Gianni Casella –, come quello di Zappino: al di fuori di quest’ultimo, per esempio, c’è un grande terreno di proprietà comunale. Questi luoghi vanno valorizzati, con aree pic-nic e di svago per far si che i luoghi della Memoria e della Storia di Bisceglie non vadano perduti e lasciati all’abbandono più completo. C’è la Chiesetta di Sagina, un luogo straordinario che sta crollando: sotto i nostri occhi si sta lentamente e inesorabilmente sgretolando la testimonianza delle prime devozioni della tradizione popolare e cristiana. Quelle che stiamo perdendo sono le nostre radici e la nostra Storia”.

Anche sulle Grotte di Santa Croce, Gianni Casella sembra avere le idee chiare: “Qualcuno ha deciso che devono essere chiuse e che dobbiamo riaprire subito, ma dobbiamo fare di più: investiremo in questo luogo, con un grande parco della Preistoria e dei Dinosauri a tema”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here