Barletta, spot con la casalinga. Alfarano all’attacco: «La sinistra “al caviale” ignora i veri problemi»

0
311

Perché il tema affrontato, o meglio il taglio dato alla vicenda, ha fatto balzare sulla sedia donne e uomini che hanno ritenuto di scorgere nella protagonista i tratti dell’avvilimento e della mortificazione di chi subisce, per mancanza di altre opportunità, un ruolo come quello della casalinga. E allora questa mattina, presso la sede del comitato, il candidato Alfarano, affiancato dal  consulente dell’agenzia di comunicazione che ha girato il filmato, ha tenuto una conferenza stampa per difendere a spada tratta lo spot, che ha per protagonista una casalinga, presente oggi all’incontro,  impegnata nelle faccende domestiche e di cura familiare sulla quale incombono le ombre delle preoccupazioni lavorative del marito. “E’ un video tristissimo, la volontà,l’indipendenza, la forza delle donne vengono messe sotto i piedi”, “Mia madre, mia nonna e la mia bisnonna non avrebbero dato di sé un’immagine così triste”,  sono alcuni dei commenti al video.

Ma Alfarano e il suo entourage non ci stanno e spiegano quale fosse nelle loro intenzioni l’obiettivo dello spot: “E’ una storia vera quella della signora Nunzia, in una casa vera e con una vera tazzina di caffè. Come vera è la mia stretta di mano, quella che do ogni giorno a tantissimi cittadini che ascolto e che ripongono in me la speranza di poter cambiare le cose”.

L’attacco mediatico sarebbe frutto di una mistificazione del centrosinistra “radical chic”, che ignora i problemi reali della gente e si scandalizza quando apre gli occhi su certe situazioni di vita.

Dal canto sua la signora Nunzia, protagonista suo malgrado di questo clamore, ha confermato di non sentirsi affatto svilita dal suo ruolo di casalinga e madre: “Prendersi cura della casa e degli affetti è paragonabile a un lavoro, e io lo faccio con piacere. Non mi limito certo solo a quello, ho le mie amiche, i miei interessi”. Casalinga per scelta o per mancanza di alternative? In fondo la vera questione è tutta qua.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here