Amministrative Barletta, Patruno: «Gli impegni del Pd su rappresentanti lista e manifesti»

0
101

“Legalità, trasparenza, partecipazione, non sono parole, ma esprimono bisogni validi tutto l’anno, si concretizzano non in sterili adesioni di circostanza o in polemiche pretestuose e stucchevoli, evidenziando una cultura politico egocentrica che non rispetta il pensiero degli altri, in particolare quando diverge dal proprio, come sembrano fare Alfarano, Tupputi o Cannito nelle dichiarazioni riportate in questi giorni.

La campagna elettorale ha regole imposte dalla legge, ma anche prassi ed evidenti distorsioni cui solo i partiti ed i candidati sindaci possono porre rimedio, concretamente e non con dichiarazioni di circostanza.

Avest e SOS voto libero sono la manifestazione pubblica di questo bisogno di legalità… candidati sindaci e partiti hanno l’obbligo di rispondere.

Condivido l’appello di Pasquale Cascella, nella forma e nella sostanza e per quanto ci riguarda, ed a nome del PD, assumiamo alcuni impegni :

– Rappresentati di Lista

Nessuna nomina di rappresentanti di candidato;

Impegno a pubblicare l’elenco dei rappresentanti di lista del PD che sottoscrivono la dichiarazione di lavoro volontario, in quanto elettori e militanti del PD.

Chiedere ai presidenti di seggio l’allontanamento dal seggio dei rappresentanti che trascrivono i numeri di iscrizione nelle liste elettorali degli elettori che si sono recati al seggio.

-Affissione selvaggia di manifesti

Richiedere all’Ufficio affissioni del Comune di farsi carico dell’affissione, ad un costo forfetizzato o addirittura gratuito dei manifesti elettorali, rispettando gli spazi assegnati ed una rotazione giornaliera fra candidati nello spazio assegnato alla propria lista. Il costo sarebbe senz’altro inferiore a quello sostenuto per la repressione/prevenzione dell’affissione abusiva dei manifesto selvaggio e sicuramente molto più efficace.

Rimozione immediata del manifesto fuori dalla spazi elettorali e addebito immediato del costo al candidato o al committente mediante ordinanza giornaliera del commissario prefettizio pubblicata a cura del servizio elettorale del comune.

Se dovessero pervenire altri suggerimenti validi e condivisibili non indugeremo un solo istante a riconoscerli e ad adottarli immediatamente”.

     

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here