Barletta, candidato sindaco Tupputi presenta le sue due liste: con lui l’Udc

0
247

Alla presenza del segretario Laurora, la stampa si è subito domandata come mai l’equivoco dei giorni scorsi su un presunto inserimento dell’UDC tra i partiti che avrebbero sostenuto il giornalista Pasquale Cascella portavoce del Presidente della Repubblica Napolitano, nonchè candidato Sindaco per la coalizione del centro-sinistra che ad oggi conterebbe 11 liste:«Si tratta di un equivoco – ha spiegato il segretario provinciale – poiché non abbiamo mai partecipato ad alcun incontro politico con l’ex portavoce del presidente Napolitano».

«Abbiamo avuto contatti con il centrosinistra quando ancora non si parlava di Cascella e sembrava ci fosse  la possibilità di un progetto che coinvolgesse i moderati», ha precisato Laurora. «Ma ormai è acqua passata, perché abbiamo fatto una scelta altrettanto importante, ovvero quella di sostenere la candidatura di Giuseppe Tupputi».

Tra le liste a sostegno di Cascella, pochi giorni fa è rientrata anche quella dell’ex assessore regionale Maria Campese, che ha ritirato la propria candidatura. Punto su cui  Tupputi ha lanciato una frecciatina all’ex assessore :” Non appena avrò l’occasione le chiederò quale posto le è stato assicurato per passare dalla parte di Cascella”.

Il giovane candidato Tupputi si dice  contento dell’appoggio dell’UDC e anche il segretario Laurora  reputa questa scelta una decisione importante, valutando anche i 1800 voti ottenuti durante le amministrative del 2011. Tupputi inoltre questa mattina non ha perso l’occasione per lanciare una sfida a tutti gli altri candidati delle varie coalizioni :” Chiedo apertamente un confronto con tutti loro, per capire come vogliono affrontare i problemi della città. Ma fino ad ora non ho avuto risposta – ha detto – e sono certo che non l’avrò, perché in realtà non hanno una programmazione solida. Io giro per la città, tra i cittadini per ascoltare quali sono i problemi di Barletta. Basta con gli spot e i manifesti che imbrattano la città.”

E riguardo alle votazioni del 26 e 27 maggio chiede agli altri concorrenti se “il 27 maggio alle 15.05, qualcuno sia disponibile a verificare con me, seggio per seggio e assieme ai giornalisti, la presenza di quanti rappresentanti di lista a pagamento ci sono tra i corridoi delle scuole. Una pratica che noi abbiamo deciso di combattere. I nostri rappresentanti saranno tutti volontari – ha aggiunto – e non usufruiranno dei permessi elettorali per non gravare ulteriormente sulle imprese.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here