Amministrative Barletta, Savasta ritira candidatura a sindaco: «Scelta di responsabilità»

0
196

La conferenza stampa si è svolta alle 11.15 presso il comitato allestito in piazza Caduti. Savasta, a capo di una lista civica facente riferimento al consigliere regionale del Pd Filippo Caracciolo, sospeso dal partito in seguito alla caduta dell’amministrazione Maffei ma in attesa della decisione della Commissione regionale di Garanzia, ha dichiarato che la sua è “una scelta di responsabilità”, diretta ad evitare ulteriori fratture in una coalizione e in un partito già divisi.

Una candidatura, ha sottolineato Savasta, che “non nasceva dal Pd ma dalla richiesta della società civile, dal disagio dei cittadini per una politica distante. Abbiamo tentato di sovvertire le regole, ponendo al primo posto un programma, non una persona”. Ma, a quanto pare, questo intento si è scontrato con i soliti “balletti della politica”, come li ha definiti l’ex candidato: “Abbiamo preso atto di una coalizione spaccata, sia all’interno del Pd che tra le altre forze del centrosinistra. Una situazione legata alla fine della scorsa consiliatura che ancora oggi condiziona. Ciò è lontano dal nostro modo di intendere la politica: non uno scontro tra soggetti ma a favore di obiettivi. Abbiamo parlato un linguaggio incomprensibile per loro”.

Una campagna elettorale partita con grande slancio, quella dell’avvocato Savasta, che infatti ammette di aver avviato subito una massiccia campagna di comunicazione, soprattutto sul web e sui social network: “Abbiamo lanciato la provocazione con “Se ci avessi pensato prima”, che su Youtube e Facebook ha avuto oltre 30 mila contatti, segno che la gente ha voglia di confrontarsi sugli argomenti, come la viabilità, la sicurezza, il lavoro, lo sviluppo”.

Constatato che al momento all’interno del centrosinistra non si discute ancora di programmi ma si prosegue sulla strada dello scontro personale, “non voglio essere ulteriore esempio poco edificante di questo modo di fare, quindi per senso di responsabilità faccio un passo indietro, auspicando una coalizione unita”.

Sulla questione delle mancate primarie: “Non ho condiviso il metodo di un candidato scelto in maniera astratta”, dichiara Savasta riferendosi alla scelta di Pasquale Cascella, che comunque assicura: “Continueremo a dare fiducia alla coalizione, metteremo a disposizione le nostre risorse umane, in attesa di poterci confrontare sui programmi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here