Andria, Alternativa Comunista chiude la campagna elettorale con i candidati

0
121
“Noi di Alternativa Comunista siamo stati gli unici a essere presenti nelle piazze a Barletta, Lecce, Trani, Bari, davanti a stabilimenti come l’Ilva di Taranto, la Magneti Marelli di Bari, la Bosch e la Om Carrelli. Con operai, studenti, precari, cassaintegrati. Gli stessi che sono candidati nelle nostre liste per la camera e il senato”, si legge nella nota firmata da Lotito.
Un programma alternativo, una prospettiva differente e contrapposta sia al centrodestra sia al centrosinistra, quella di Alternativa Comunista: “Una prospettiva di lotta e di rottura rispetto alle logiche di profitto e di mercato che hanno governato il nostro Paese per tutti questi anni. Siamo stati gli unici a parlare di nazionalizzazione e gestione operaia delle fabbriche che chiudono e licenziano (come la Om Carrelli e la Cicolella di Molfetta) o che devastano i territori dopo aver beneficiato per anni di ingenti finanziamenti pubblici dal governo nazionale e dal governatore Vendola (come l’Ilva di Taranto). Siamo stati gli unici a parlare di una scala mobile dell’orario di lavoro per riassorbire la disoccupazione e lavorare meno, lavorare tutti! Gli unici che si sono battuti contro la precarizzazione del mondo del lavoro, per l’abrogazione di tutte le controriforme del lavoro (dal Pacchetto Treu di centrosinistra alla riforma Monti-Fornero). Gli unici a parlare di un reddito sociale per disoccupati e precari e di un reddito studentesco con accesso gratuito a trasporti, libri di testo, alloggi universitari, mense e luoghi di cultura.
Lo abbiamo fatto non nei salotti televisivi, i santuari mediatici dove si esibivano gli altri candidati, bensì nelle strade e nelle piazze di tutta la Puglia, al fianco di studenti che non si potevano più permettere il pagamento di tasse universitarie sempre più esose e di lavoratori che non riescono ad arrivare alla fine del mese e a mantenere le proprie famiglie”.
Lotito  invita tutti i cittadini a partecipare all’evento conclusivo della campagna elettorale: “Concludiamo la nostra campagna elettorale, un’eccezione nel deserto demagogico a cui abbiamo assistito in questo mese, ad Andria, con un’assemblea alla quale invitiamo tutti i lavoratori, gli studenti e i cittadini stanchi di una realtà fatta di licenziamenti e precarietà e che lottano per una prospettiva alternativa”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here