Canosa di Puglia, Bilancio 2012. Sciannamea (PdL): «Il tempo è galantuomo, i fatti stanno dimostrando la verità»

0
89

“Nella discussione sulla situazione finanziaria del Comune di Canosa, si è parlato e si parla ancora molto, nel tentativo di comprendere la realtà delle cose, impegno difficile se taluni cercano di diradare l’aria e altri alzano polveroni.

Proprio allo scopo di porre dei chiari punti di partenza, l’ex Sindaco Francesco Ventola ha formalizzato uno specifica interrogazione, all’indomani delle prime affermazioni infondate dispensate qua e là dal Sindaco La Salvia – altri rappresentanti del centrosinistra, non ne vogliano, fanno meno testo -.
Perciò, in mancanza della doverosa risposta e della propizia occasione del Consiglio comunale di martedì 23 ottobre scorso sul bilancio, sono stati riproposti i quesiti, già formalizzati il lontano 14 luglio scorso, richiedendo al Sindaco La Salvia di rispondere se:

1) dal 2002 ad oggi il nostro comune sia mai stato dichiarato in dissesto finanziario; 2) se sia mai stato dichiarato strutturalmente deficitario; 3) dal 2007 ad oggi quale sia stato l’andamento del nostro comune in merito al rispetto dei vincoli del patto di stabilità; 4) il bilancio consuntivo 2011 abbia presentato qualche elemento di criticità e quale sia stato il risultato di gestione: avanzo, disavanzo o pareggio; 5) se a quella data ci fossero debiti fuori bilancio da riconoscere; 6) quali fossero gli indici di tassazione locale vigenti e se si avesse intenzione di modificarli; 7) quale sia l’indice/capacità di indebitamento del nostro comune, se quanto finora fatto fosse conforme alle norme vigenti, se vi sono ancora margini/possibilità di indebitamento, ovviamente, per iniziative di investimento; 8 ) a quanto ammontano (se esistenti) i lavori e/o spese effettuate dalla precedente amministrazione senza copertura finanziaria.

Il Sindaco, l’Assessore al ramo Lomuscio, gli altri componenti la Giunta sono rimasti zittiti, consentendo alla dirigenza comunale – sul quale La Salvia ricorda ricadere responsabilità importanti ed il ruolo terzo – di assentire alle nostre non smentite e non smentibili risposte:

Il Comune di Canosa: 1) mai è stato dichiarato in stato di dissesto finanziario; 2) mai è stato dichiarato strutturalmente deficitario; 3) ha sempre rispettato il patto di stabilità; 4) mai riscontrato criticità. Avanzo di 853 mila euro, certificato; 5) nessun debito fuori bilancio; 6) la risposta è negli atti di questi giorni come approvata dalla Giunta comunale; 7) rispetto al limite dell’8% consentito per legge, il livello da noi utilizzato è stato pari al 2,35%, consentendo, perciò, ampi margini di disponibilità da valutare per possibili investimenti; 8 ) mai nessun lavoro, mai nessuna spesa, assunta senza la necessaria copertura finanziaria.

Ciò detto, ci si chiede con quale sfrontatezza l’Amministrazione di centrosinistra ammette l’avanzo di amministrazione al 31 dicembre 2011 di circa 850.000 euro solo per poterne criticare la riduzione registrata negli ultimi tre anni? Che l’avanzo si sia ridotto, conferma la costante riduzione dei trasferimenti statali che anche noi abbiamo subito negli anni precedenti, ma conferma anche, qui è il punto, una corretta gestione dei conti costantemente in attivo e nel rispetto del patto di stabilità.

Il tempo è galantuomo; i fatti stanno dimostrando da quale parte sia la verità e chi sta dispensando bugie. L’ultima, tra le altre verificate in Aula Consiliare alla presenza di tanti “veri” testimoni, quella per molti aspetti più grave del Sindaco La Salvia sulle presunte pressioni esercitate nei confronti di un dirigente comunale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here