Trinitapoli, riforma province. Peschechera replica a Panzuto: «Nessuna cattiva informazione, sterile polemica»

2
234

“Il sindaco di Feo ha raccontato i fatti come sono andati, nessuno sta facendo propaganda sul riordino delle Province –ha detto Peschechera –. Il segretario di Sel senza essere stato presente all’incontro e senza conoscere i fatti continua a dileggiare l’operato del sindaco gratuite. Probabilmente continua a non comprendere il senso, oppure è accecato da smanie di protagonismo tali da intervenire su tutto per attaccare tanto per farlo”.

Il consigliere Peschechera, presente in Regione all’incontro dello scorso 21 settembre, ha voluto rimarcare come sia stato tutto rimandato ai consigli comunali: “Per il segretario Panzuto bisogna solo ratificare quello che ha deciso il governo, per noi non è così –ha proseguito il consigliere-. Bisogna ragionarci e discutere in consiglio, non vogliamo subire supinamente una decisione caduta dall’alto. Dov’è la propaganda? Abbiamo compreso tutti che il partito di Sel freme per tornare con la Provincia di Foggia, ma il consiglio comunale ha l’obbligo di discutere su tutte le possibilità. Domani faremo un convegno pubblico proprio sul riordino delle Province per confrontarci dove saranno presenti parlamentari e consiglieri regionali proprio per cercare di fare chiarezza”.

Il consigliere Peschechera non condivide, inoltre, neanche la polemica sulla convocazione all’incontro con l’assessore Dentamaro. “Innanzitutto va sottolineato che a Bari il comune di Trinitapoli è stato quello con più consiglieri presenti –ha concluso-. Nessuno, né tantomeno il sindaco, ha parlato di concessioni a consiglieri di minoranza, ma di orgoglio della presenza di tutti i gruppi consiliari a quell’incontro in Regione. La polemica sterile è deleteria, si vuole trovare il cavillo per litigare e discutere sul nulla”.

MICHELE MININNI

2 COMMENTI

  1. Invito il consigliere Peschechera a leggere meglio le dichiarazioni del Sindaco prima di avventarsi in comunicato stampa.
    Questo è quanto dichiarato dal Sindaco: “Non appena è giunto l’invito da parte dell’assessore Dentamaro l’ho fatto girare ai consiglieri perché ritengo che debbano partecipare tutti a quella che sarà una scelta importante per la nostra Città – ha detto il sindaco di Feo -. Sono felice che i due gruppi di minoranza abbiano partecipato all’incontro a Bari”.
    Nulla di più falso! L’invito è giunto a tutti i consiglieri comunali direttamente dall’Assessore Dentamaro. E’ evidente che il Sindaco non ha girato nessun invito.
    Quanto al convegno organizzato dal Sindaco sul riordino delle province vi rimando ad un post http://www.succedeatrinitapoli.blogspot.it/2012/09/il-sindaco-e-i-convegni-camuffati.html che spiega bene la situazione.
    La scelta di andare con Foggia non è una volontà di Sel ma un obbligo derivante dalla legge del Governo e dalle disposizioni della Regione.
    A meno che, ripeto quanto già scritto, tutti i comuni della ex Bat non decidano di andare con la futura città metropolitana di Bari.

  2. Ma finitela sta cummedia e fate qualcosa di utile per la comunità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here