Futuro della Provincia Bat, Udc Trinitapoli vs Pd: «Ciccio Salerno voleva dare una svolta, lo avete lasciato solo»

0
167

A seguito dell’iniziativa intrapresa dall’Amministrazione provinciale, per ascoltare la voce dei cittadini dei dieci comuni facenti parte della Provincia, su questi tre anni di governo, si scatenano le lingue di tutto il mondo politico, generando un polverone in cui tutti sono avversari di tutti.

Per coprirsi le spalle da eventuali, quanto scontati attacchi, già nel primo appuntamento di questo “tour” il Presidente di Regione Ventola esponeva un’arringa difensiva rispetto alle numerose polemiche mosse in questi anni: dalla sede legale dell’ente, agli arredi; dalla Lum, alla discussa questione dei concorsi. Ma non siamo  accusatori, tantomeno difensori; siamo cronisti di una situazione “movimentata”.

E così se il Segretario PD Patruno muove critiche all’Amministrazione provinciale, l’UDC di Trinitapoli rinfaccia i “giochini di potere” interni al PD. Ricorda l’Udc di Trinitapoli la situazione politica che si era venuta a creare tre anni or sono, nel momento in cui era giunto, per la Sesta Provincia, il momento di scegliere il suo primo Governo.

Ricorda come la promessa di un cambiamento nella persona di Francesco Salerno venne boicottata dal partito stesso del Candidato Salerno. Certo il suo ricordo non fa che gettare ombre sulla politica che ne è venuta fuori. Scrive l’Udc:

“Un manifesto a firma del PD della BAT che a leggerlo fa veramente commuovere e riflettere. La frase che fa prendere il fazzoletto in mano è : ” NOI POTREMMO CHIAMARLA LA PROVINCIA DEI SOGNI INFRANTI, MAI NATA VERAMENTE PER MIOPIA POLITICA E CALCOLO ELETTORALE DEL CENTRO DESTRA E DEL SUO PRESIDENTE….”
Che significato dà il semplice cittadino che vive nei dieci comuni che compongono la SESTA PROVINCIA DELL’OFANTO ?  La proposta di Ciccio Salerno ex PD era quella di fare il Candidato Presidente e dare una grossa svolta alla neonata provincia BT e voi per beghe di Partito lo avete lasciato solo ? L’UDC ha condiviso il progetto di Ciccio Salerno e tanti altri che pur sopravvivendo con la tessera del PD non ebbero il coraggio di ribellarsi al sopruso che fu fatto….anzi tacquero, sicuramente lo votaro nel chiuso della cabina elettorale, contro i dettami del PD e poi lo rinnegarono come di loro costume. Perchè diciamo questo ? Perchè se avesse vinto contrastando la miopia del PD cosa avrebbe scritto oggi il Segretario Patruno che lo scioglimento delle Province o il poco realizzato era dovuto al calcolo elettorale della sinistra ? O peggio del suo Presidente ?”

Le parole conclusive dell’Udc appaiono una speranza per la politica, per il territorio: “Va detto che la politica ha intrapreso strade sdrucciolevoli e impraticabili e che non vediamo un futuro valido per i nostri giovani…..è giunto il tempo di rimboccarsi le maniche per dare linfa vera ad un futuro incerto.”. Visto che è di giovani che si parla e del loro futuro (né di enti, né di concorsi, né di scuole, insomma non di Provincia in un modo anziché in un altro, non di posti di lavoro ad uno anziché ad un altro), perché non occuparsi di loro senza il pensiero di dovere fare per potere accaparrare?

 

Michele Noviello

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here