Andria, il consigliere Inchingolo e la truffa all’Asl Fg/3: solidarietà di Sel

1
311

Tra gli accusati,  anche il consigliere comunale di Sel Ninni Inchingolo, all’epoca dei fatti subcommissario Asl. Immediata la solidarietà espressa non solo dalla sua parte politica ma anche dagli avversari, essendo Inchingolo attivamente impegnato nel sociale.

I coordinatori di Sinistra, Ecologia e Libertà di Andria, Valentina Lomuscio e Michele Lorusso, hanno diffuso in merito la seguente nota: “Il consigliere Inchingolo, per la carica di commissario che ha rivestito nella Asl Fg/3, è coinvolto in un’indagine riguardante una presunta truffa.

Siamo davvero rimasti senza parole e sbigottiti dalla notizia, non perché coinvolto il consigliere di SEL, ma perché è coinvolto Ninni Inchingolo le cui qualità di uomo, l’interesse per i più deboli e il suo agire secondo legalità, sono noti a tutti.

A lui va la nostra solidarietà prima che politica, umana e i numerosissimi attestati di stima che ci stanno giungendo in queste ore, dimostrano le qualità di Ninni.

Ci ha chiesto di non vergognarci per lui, non era nostra intenzione e infatti non lo faremo. Anzi, siamo onorati di condividere un percorso con un compagno come Ninni.

Riponiamo la nostra fiducia nell’operato della magistratura e speriamo che riesca, nel breve termine, a fare chiarezza.

Siamo convinti che questo brutto episodio non potrà che rafforzare l’immagine del compagno Ninni.

Come partito rinnoviamo la nostra fiducia al nostro consigliere e lo invitiamo a proseguire nel suo percorso con lo stesso spirito di servizio che da sempre ha contraddistinto sia la sua vita professionale che il suo impegno civile  a qualsiasi livello reso” .

1 COMMENTO

  1. il dr. Inghingolo accusato di truffa?! Non è possibile, si sono sbagliati. Per la cronaca: non voto SEL, ma FdS. Mimì Capurso-Bisceglie(Bt)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here