Lavoro, Jobs Act stroncato da Boccia: «Riforma conservatrice e senza soldi»

0
735

“Qualcuno – continua Boccia – potrebbe pensare che il dissenso espresso alla luce del sole da alcuni componenti della direzione nazionale del Pd fosse motivato dall’eccesso di riformismo del Jobs act. Purtroppo così non è: per quanto mi riguarda la riforma è carente proprio in riformismo, perché non affronta con una visione d’insieme le trasformazioni del mondo del lavoro e con risorse economiche adeguate, il nodo dei nodi: la funzione del lavoro, il suo costo e la competitività del Paese. La delega in bianco chiesta dal Governo non interpreta nemmeno, come sarebbe auspicabile, la modernità spesso sbattuta in faccia a chi non la pensa nello stesso modo.

Dei nuovi lavori figli dell’economia digitale non c’è traccia. Nonostante gli entusiasti del cosiddetto jobs act (di quella che non so come definire se non sinistra nuovista) richiamino spesso la digital economy, quando si entra nel merito del rapporto tra lavoro, impresa e società, tacciono. Per i riformisti del nuovismo la rivoluzione si ferma ai Google glass e alla narrazione della Silicon Valley. E invece, per il riformismo di sinistra la rivoluzione è far pagare le tasse alle multinazionali del web per dimezzare le imposte sul lavoro alle imprese italiane”.

“Mi aspetto – continua il presidente della commissione Bilancio – che chi decide solo con la forza dei numeri, si ponga almeno qualche interrogativo sul perché una parte consistente della propria comunità politica ritiene la riforma sbagliata e sicuramente migliorabile”.

“Conosco già – conclude Boccia – la contestazione dei nuovisti in servizio permanente. ‘Il centrosinistra ha governato e non ha fatto niente’. Argomento debole. In questi vent’anni è cambiato tutto, elettori compresi, ma una cosa la percepiscono tutti, giovani e anziani: la sinistra ridistribuisce e considera il lavoro un diritto; la destra pensa che sia il mercato a decidere e che il lavoro sia solo un dovere”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here