Bisceglie, Casa Divina Provvidenza: si riunisce la Commissione Sanità della Regione Puglia

0
304

“La seduta della Commissione – scrive il consigliere regionale Filippo Caracciolo – pur convocata con notevole ritardo rispetto alla richiesta inoltrata in data 5 Agosto 2014 sarà l’occasione per conoscere lo stato dell’arte sulla situazione dell’Ente. Ho motivato la richiesta di audizione in Commissione dell’assessore competente e del commissario richiamandomi all’urgenza ed all’esigenza di tutela dei pazienti, del mantenimento degli standard assistenziali e di salvaguardia dei livelli occupazionali e di trasparenza gestionale”.

“Proprio sul tema della salvaguardia dei livelli occupazionali chiederò – aggiunge Filippo Caracciolo – nel corso della Commissione  del prossimo 6 ottobre al commissario straordinario della Casa Divina Provvidenza la massima sensibilità ed un impegno concreto per risolvere al meglio la questione emersa nei giorni scorsi relativa ai 24 infermieri, del gruppo di infermieri ex cooperativa progetto assistenza, che al contrario dei loro colleghi non hanno potuto godere della proroga e sono senza lavoro dopo la scadenza a fine settembre dei Contratti Collettivi Individuali di Lavoro. Chiederò al Commissario dell’Ente avv. Cozzoli – di rivedere la decisione a garanzia della soddisfazione dei bisogni assistenziali degli ospiti della Casa e a tutela dei livelli occupazionali dei giovani infermieri. La presenza nella struttura di oltre cinquecento pazienti psichiatrici rappresenta un valido motivo per assorbire il personale che sino a poche settimane fa ha offerto un grande contributo all’organizzazione sanitaria garantendo sicurezza, continuità e qualità assistenziale”.

“La seduta della Commissione Sanità dovrà essere anche l’occasione per fare il punto della situazione sull’Ente Ecclesiastico Congregazione Ancelle della Divina Provvidenza che opera in regime di convenzionamento col servizio sanitario pubblico, ammessa alla procedura di amministrazione straordinaria (ai sensi della c.d. Legge Marzano), con decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 18 dicembre 2013 a seguito della verifica del suo stato di insolvenza. Ricordo – conclude il consigliere regionale Filippo Caracciolo – di aver scritto all’indomani dell’avviso pubblico del 25 luglio 2014 firmato dal Commissario e finalizzato a raccogliere manifestazioni di interesse all’acquisto delle strutture sanitarie dell’Ente in amministrazione straordinaria ai vertici dell’amministrazione regionale . Ho infatti chiesto al presidente della Regione Vendola, all’assessore alla Salute Pentassuglia ed al direttore generale dell’ASL BT Gorgoni che la Regione Puglia valuti il subentro, con modalità finanziarie ed economiche da definirsi, nella proprietà e nella gestione della Casa Divina Provvidenza di Bisceglie”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here