Barletta, stagione balneare critica. Caracciolo agli operatori: «La Regione Puglia ne discuterà in V Commissione»

0
637

Il litorale di Barletta presenta infatti una serie di canali/collettori che scaricano in mare le acque provenienti dalle condotta di fogna bianca cittadina, condotta comunale in cui recapitano le acque meteoriche di dilavamento, soggette o meno a regolamentazione, provenienti da opifici e/o complessi industriali/artigianali, ricadenti all’interno del territorio comunale.

“Condivido – sottolinea il consigliere regionale Filippo Caracciolo – le preoccupazioni descritte dai rappresentanti locali delle organizzazioni degli imprenditori balneari e accolgo le proposte illustrate dai rappresentanti di Fiba-Confesercenti e Sib-Confcommercio Palmino Canfora e Tony Carone. Mi preme evidenziare il merito di chi di anno in anno, nonostante le annose difficoltà di carattere strutturale, riesce a rafforzare grazie ad un forte impegno ed un’apprezzabile tenacia imprenditoriale un settore chiave dell’economia locale intorno al quale si crea occupazione sviluppando, allo stesso tempo, l’attrattività turistica dell’intero territorio”.

“Invito l’amministrazione comunale – continua Filippo Caracciolo – a prendere in debita considerazione la richiesta inoltrata dagli operatori del settore. Politica ed amministrazione, facendo seguire alle parole i fatti, diano risposte concrete ad una legittima richiesta. In tal senso dichiaro piena disponibilità ad approvare misure che diminuiscano gli oneri per le imprese derivanti dalla tassazione comunale già in occasione del prossimo consiglio comunale fissato per martedì 9 settembre. Ad esempio mi chiedo se sia possibile prevedere la riduzione o l’esenzione totale della TARI per gli stabilimenti balneari della città, compatibilmente con le coperture di bilancio da trovare”.

“Inoltre – prosegue il consigliere regionale Filippo Caracciolo – sempre per quel che mi compete anticipo il mio fattivo interessamento in merito ad interventi che possano entro la prossima stagione estiva migliorare le condizioni del mare. Da presidente della Commissione Ambiente della Regione Puglia ho inserito il tema tra i punti da discutere nella prossima riunione della V Commissione già convocata per mercoledì 10 settembre. Sarà l’occasione per sollecitare gli uffici competenti della Regione, di concerto con gli uffici tecnici del Comune di Barletta, e giungere a soluzioni soddisfacenti e soprattutto stabili nel tempo. Il tutto al fine di migliorare le potenzialità turistiche della città di Barletta e delle città affacciate sulla costa della provincia di Barletta-Andria-Trani: proposito per il quale si può prescindere da un degno sviluppo delle litoranee nonché delle attività ad esse collegate”.

“Ben venga – conclude Filippo Caracciolo – in questo senso anche la proposta di istituire il Tavolo per lo Sviluppo del turismo balneare dove riunire e far confrontare associazioni di categoria, amministrazione e, aggiungerei, enti quali Provincia e Regione. Già il prossimo bilancio comunale può essere una prima occasione per dare prova della volontà politica dell’amministrazione e delle forze politiche di dare seguito alla troppo spesso, solo, dichiarata volontà di porre in essere le condizioni minime per una prospettiva di carattere turistico”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here